Sponsorizzato

Questo rifiuto dove lo butto? Lo spiega Silea

Indicazioni precise, consigli e suggerimenti utili su dove e come mettere ogni tipo di spazzatura negli appositi contenitori

Questo rifiuto dove lo butto? Lo spiega Silea
24 Febbraio 2020 ore 14:52

Dove si buttano le confezioni e le scatole in cartone? Dove conferire i contenitori in tetrapak? E se sono sporchi o presentano tracce di residui alimentari? Dove butto i gusci di cozze e vongole? E dove i tappi di sughero? Questi sono molti degli interrogativi che il cittadino, attento alla differenziazione dei rifiuti, si pone nel momento in cui deve buttare via qualcosa.
E spesso, anche in buona fede, rischia di commettere un errore, che poi può determinare effetti negativi, costringendo gli operatori della società Silea Spa a non ritirare i sacchi conformi o a ripercuotersi sull’intera filiera a valle.
Proprio per questo motivo, Silea Spa ha da tempo promosso una sempre più incisiva campagna di educazione e sensibilizzazione dei cittadini, attraverso volantini informativi, tramite il proprio sito Internet o ancora attraverso la App DifferenziaTi. L’obiettivo della società è aiutare i cittadini a essere virtuosi, indicando per ogni tipologia di raccolta (contenitore giallo rigido, sacco viola multileggero, secchiello dell’umido, sacco trasparente e vetro) i rifiuti che vi vanno conferiti e quelli da evitare.
Così, nel contenitore giallo rigido vanno: carta, cartone e cartoncino, giornali, riviste, fogli, buste e sacchetti in carta, scatole o confezioni in cartone (di detersivi, scarpe, riso, pasta, cereali, etc) vaschette in cartone (es. uova) e fascette in cartone.
Nel sacco viola vanno invece conferiti: tutti i contenitori in tetrapak, le bottiglie in plastica, le buste e i sacchetti in plastica, i flaconi e contenitori in plastica (detersivi, shampoo, cosmetici, sapone liquido, etc), i piccoli imballaggi in polistirolo, piatti e bicchieri in plastica puliti, lattine e vaschette in alluminio, fogli di carta stagnola, tubetti e capsule del caffè in alluminio, barattoli in acciaio per alimenti.
Nel secchiello dell’umido, riposti in sacchetti biodegradabili e compostabili, possono essere inseriti scarti alimentari cotti e crudi, di frutta e verdura, bustine da té, carni e ossi, fondi di caffè, fiori recisi, pasta e pane, gusci d’uova.
Nel contenitore rigido del vetro vanno invece buttati bottiglie e vasetti puliti e senza tappi; mentre non possono essere gettati bicchieri, ceramiche, lampadine e specchi o lastre di vetro.
Infine, nel sacco trasparente dell’indifferenziata vanno: rifiuti contaminati da residui alimentari, posate in plastica, borse, scarpe, cappelli, guanti e ciabatte, stoffe e stracci, carta sporca e fazzoletti di carta, oggetti in gomma, grucce, pannolini, assorbenti, lettiere e deiezioni di animali, giocattoli, cd e dvd, mozziconi spenti e cenere, radiografie, tappi in sughero, oggetti in plastica dura (come ad esempio articoli casalinghi).
Medicinali scaduti, pile e lampadine vanno invece conferiti nei centri di raccolta o negli appositi contenitori.
Per ottenere ogni ulteriore chiarimento a riguardo e per compiere una corretta raccolta differenziata, è sufficiente andare sul sito www.sileaspa.it e consultare nella sezione «Servizi ai cittadini» la pagina «Dove lo butto», oppure utilizzare l’App «DifferenziaTi».

Raccolta a misurazione puntuale, incontri operativi con i Comuni

Hanno preso il via nelle scorse settimane gli incontri tra i responsabili operativi di Silea Spa e le Amministrazioni comunali coinvolte nel progetto di avvio della raccolta a misurazione puntuale del primo bacino, che comprende i comuni di Colle Brianza, Dolzago, Ello, La Valletta Brianza, Oggiono e S. Maria Hoè, per un bacino complessivo di 21.401 abitanti.
Gli incontri, tenuti con i sindaci e i responsabili dei Comuni coinvolti, si propongono l’obiettivo di fare il punto sugli aspetti organizzativi tra cui la corrispondenza tra i diversi nuclei familiari e i codici identificativi (RFID) corrispondenti ai microchip di cui saranno dotati i nuovi sacchi per la raccolta, che verrà avviata a partire dal 1° luglio prossimo.

Gli alunni dell’istituto «Bachelet» in visita alla sede dell’azienda

Lo scorso 13 febbraio è stata effettuata una visita presso la società Silea Spa da parte di un gruppo di alunni di classe III B a indirizzo informatico dell’Istituto Superiore «Bachelet» di Oggiono. La classe è stata accompagnata dal professor Piero Bilotta, docente di Economia aziendale.
La visita si inserisce nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con il gruppo GIRS, organizzata da uno dei suoi esponenti, dottor Maurizio Crippa, insieme al Consigliere di Silea dottoressa Donatella Crippa, che prevede l’esperienza diretta da parte dei ragazzi presso diverse realtà produttive e imprenditoriali del territorio.
La finalità del progetto è quella di avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro: pertanto, nel corso della mattinata, diversi responsabili dell’azienda si sono alternati per illustrare l’attività di Silea, con particolare riferimento agli aspetti organizzativi e alle funzioni interne.

Il 19 marzo c’è il percorso creativo per insegnanti

«Dagli scarti fiorisce la primavera»: al via un nuovo percorso creativo dedicato agli insegnanti. L’iniziativa ha l’obiettivo di fornire idee e pratiche per realizzare semplici creazioni di primavera utilizzando materiale di recupero.
Il percorso creativo è fissato per giovedì 19 marzo dalle 9 alle 12 e si terrà nella sede Silea Spa (via Leonardo Vassena, 6 – Valmadrera). Al termine, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. La partecipazione all’iniziativa è riservata agli/alle insegnanti ed è gratuita, previa iscrizione obbligatoria. Per dare la propria adesione è sufficiente compilare l’apposito modulo entro il 13 marzo fino a esaurimento posti. I progetti presentati hanno diversi gradi di difficoltà per soddisfare le esigenze di tutte le fasce d’età. Il modulo è scaricabile dal sito www.sileaspa.it, nella sezione «News» e va compilato e recapitato via fax al numero 0341-583559 o via email a: chiara.benatti@sileaspa.it .

 

Informazione pubblicitaria

Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia