Seregno, dopo le contestazioni sull’incompatibilità l’assessore Vergani chiede l’aspettativa

E' dipendente del Comune di Casatenovo

Seregno, dopo le contestazioni sull’incompatibilità l’assessore Vergani chiede l’aspettativa
Casatese, 17 Luglio 2018 ore 15:03

Dopo le contestazioni sull’incompatibilità l’assessore seregnese  Vergani, dipendente del Comune di Casatenovo chiede l’aspettativa. Come riporta il giornaledimonza.it a conferma è arrivata oggi dal neo sindaco di Seregno Alberto Rossi: “Da lui un gesto coraggioso”.

Seregno, dopo le contestazioni sull’incompatibilità l’assessore Vergani chiede l’aspettativa

A pochi giorni dal primo Consiglio comunale di Seregno in cui, era stata contestata una possibile incompatibilità di Claudio Vergani, neo assessore all’Urbanistica, a causa del suo impiego come dipendente nel comune di Casatenovo, oggi arriva la svolta.

La conferma del sindaco

E’ stato il primo cittadino seregnese a confermarla questa mattina: “Vogliamo fugare sul nascere ogni possibile polemica e quindi, ancora prima che siano terminate le verifiche, l’assessore ha deciso di mettersi in aspettativa dal lavoro. Ieri ha ufficialmente presentato domanda in comune a Casatenovo. E oggi, via email, il sindaco lecchese mi ha assicurato il buon esito dell’iter di accoglimento dell’aspettativa”.

“Questo dimostra – ha concluso Rossi – la completa trasparenza e buona fede dell’assessore Vergani. La sua è stata una scelta coraggiosa, un sacrificio forte dal punto di vista professionale ed economico, che conferma la sua volontà di mettersi al completo servizio della città”.

Leggi anche:  Il sindaco di Carate giura: pubblico, applausi e tanti volti nuovi VIDEO

La questione sollevata da Ilaria Cerqua in Consiglio Comunale

La vicenda, lo ricordiamo, venerdì aveva infiammato il primo Consiglio comunale della nuova Giunta, appena insediatasi dopo le elezioni. A sollevare la questione dell’incompatibilità era stata Ilaria Cerqua, consigliere di Forza Italia, secondo la quale sarebbe stata violata una norma anticorruzione che solleva la incompatibilità fra il ruolo di assessore e incarichi dirigenziali. Ora l’iter di verifica è stato avviato ma nell’attesa l’assessore ha deciso comunque di lasciare l’incarico nel comune lecchese.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia