Richiedente asilo arrestato, Lega Nord sul piede di guerra

"Siamo pronti, scontro sia, pronti a tutto per difendere la sovranita’ popolare"

Richiedente asilo arrestato, Lega Nord sul piede di guerra
28 Settembre 2017 ore 10:44

Lega Nord agguerrita più che mai sul tema immigrazione. L’arresto del richiedente asilo accusato di tratta delle schiave ha spinto il segretario Nogara a prendere una posizione pubblica durissima.

La Lega Nord si schiera con Ferrari

“Ha ragione il Sindaco Roberto Paolo Ferrari a non voler mollare sull’ordinanza recentemente adottata” spiega il segretario Provinciale del Carroccio. Fa riferimento al provvedimento che  prevede che i proprietari di immobili che intendano ospitare richiedenti asilo devono preventivamente comunicare all’Amministrazione  una seria di dati. Quali? In primo luogo la propria volonta’ o la sottoscrizione di contratti e  quanti siano i soggetti ospitati. E ancora  la loro provenienza e ogni altra informazione sullo stato di salute. Non solo ma le  informazioni sono da aggiornare ogni 15 giorni.

“Siamo pronti allo scontro”

“La Prefettura in questo momento dovrebbe trovare i cavilli per tutelare i sindaci non per creare scontri istituzionali” aggiunge Nogara.  “Ma se si vuole arrivare a questo la Lega Nord è pronta, scontro sia, pronti a tutto per difendere la sovranita’ popolare, i nostri sindaci e i nostri cittadini! Il sindaco Ferrari non restera’ solo, tanti siamo e saremo al suo fianco in questa lotta di liberta’ e di democrazia”.

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia