Pd Calusco sponsorizza le primarie di questa domenica

Il gazebo è stato organizzato sabato scorso durante il mercato del paese.

Pd Calusco sponsorizza le primarie di questa domenica
Politica Isola, 26 Febbraio 2019 ore 14:12

Sabato scorso il circolo Pd Calusco ha organizzato un gazebo per sponsorizzare le primarie del 3 marzo. In quest’occasione, però, si è anche parlato di giovani.

Il gazebo del Pd Calusco al mercato di sabato scorso

Il gazebo di sabato scorso è stato organizzato nel piazzale in cui si stava svolgendo il mercato. In quest’occasione il circolo Pd di Calusco ha voluto sponsorizzare le primarie che si svolgeranno questa domenica, 3 marzo, con le quali verrà eletto il nuovo segretario nazionale del Partito Democratico. I candidati sono Maurizio Martina, Nicola Zingaretti e Roberto Giachetti.

Le votazioni a Calusco d’Adda

A Calusco d’Adda si voterà nella sede del Pd di via Vittorio Emanuele II, 277/281 dalle 8 alle 20. Le elezioni, inoltre, sono aperte non solo a tutti i membri del circolo, ma anche ai residenti di Calusco, Solza e Medolago che hanno almeno 16 anni e che si riconoscono nella proposta politica del Partito Democratico. Per votare basta presentarsi al seggio con un documento d’identità valido e con la tessera elettorale, con quest’ultima che dimostra effettivamente il paese di residenza.

“Votare alle primarie è importante…”

“E’ importante votare alle primarie – ha dichiarato il segretario del circolo Pd Calusco Lino Cassese – perché costituiscono un’occasione preziosa di partecipazione attiva e diretta alla vita politica. Il Pd è l’unica alternativa seria e credibile a questo Governo e l’unico argine in grado di fermare l’odio, il populismo e l’indifferenza che tanto stanno caratterizzando questo delicato periodo storico”.

Al gazebo del circolo si è anche parlato di giovani

“Durante il nostro gazebo al mercato non abbiamo solo sponsorizzato le primarie – ha continuato Cassese – ma abbiamo anche parlato di giovani: i nostri Giovani Democratici di Calusco e dell’Isola Bergamasca, infatti, hanno spiegato ai tanti ragazzi che si sono fermati come questo Governo a guida Lega e Cinque Stelle stia rubando loro il futuro. Quattro miliardi di tagli in tre anni a scuole primarie e secondarie, 100 milioni di tagli nel 2019 fra ricerca e diritto allo studio e altri 110 milioni di fondi Inail tagliati per formazione e sicurezza sul lavoro. Se questo non è rubare il futuro ai giovani…”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità