Olginate, la minoranza “attacca” l’amministrazione

Olginate, la minoranza “attacca” l’amministrazione
Lecco e dintorni, 15 Giugno 2018 ore 19:10

Il gruppo di minoranza “Olginate si cambia” è tornato all’attacco dell’amministrazione su diversi temi, rispondendo all’ultimo comunicato della maggioranza.

“Chi fa e chi racconta”

“Recitava così in apertura un comunicato stampa provocatorio della nostra Amministrazione, circa un mese fa. Può anche essere vero che ai loro occhi noi “raccontiamo” e basta: sicuramente parliamo con la gente, raccogliamo lamentele e opinioni dei cittadini, siamo l’opposizione e dunque non è ahimè nostro compito dettare il modo e i tempi perchè siamo l’opposizione. Il nostro compito è bensì quello di vigilare, tutelare, fare proposte e opposizione quando serve. L’Amministrazione invece, secondo il suo non modesto parere, Fa: vogliamo quindi dare loro qualche suggerimento in maniera chiara, pulita e ufficiale, prima che poi ci venga detto “Ci avevamo già pensato” su alcune cose da fare o che non sono state fatte bene secondo noi”

I suggerimenti di “Olginate si cambia”

“Da fine marzo 2018 impera alla rotonda del ponte Cantù che interseca la provinciale un pannello abusivo: sono tre mesi che è lì, quanto ci vuole a rimuoverlo? Tema asfaltature: un plauso per aver trovato i fondi, ma forse è sfuggito il concetto di priorità, vedi piazza Roma o via Belvedere. Ex municipio – questa spada di Damocle – ancora inagibile… Correggeteci nel caso stessimo sbagliando: 7 aste andate deserte, per 7 volte abbiamo picchiato la testa contro un muro; un bando vinto che ci sta sfuggendo dalle mani, nessuna soluzione concreta all’orizzonte e il rischio che la permuta del terreno (attuale opzione per ripagare, invece che in euro, chi si occuperà dei lavori) faccia la fine di tutti i reiterati tentativi precedenti. Ci sono cose che vanno fatte per tempo, ma qui ad Olginate si arriva spesso troppo lunghi: si veda, ad esempio, l’affidamento del palazzetto, per il quale attendiamo delle risposte nel prossimo consiglio comunale”

Tema “grande Parco”

“C’è, nel frattempo, il sogno del “grande Parco”, sviolinato e lanciato come proposta rimandando al mittente (per fortuna) l’ipotesi di ingresso nel Parco del Curone e di Montevecchia dopo la dismissione del PLIS. Forse i cittadini che hanno battagliato per far diventare NO quello che per il Sindaco di Olginate alle prime proposte era un SÌ non sanno che, se dovesse vedere la luce questa malsana idea, quelli che potevano essere i vincoli all’interno del Curone con la fusione nel “grande Parco” non potranno fare altro che aumentare e peggiorare la situazione”

Le proposte bocciate

“Ci auguriamo anche che la realizzazione del nuovo attraversamento pedonale con salvagente non segua le orme del precedente, con tutti i problemi di progettazione e sicurezza che abbiamo riscontrato. Ricordiamo anche all’Amministrazione, per dovere di cronaca, che abbiamo fatto diverse proposte in questi 2 anni, come la registrazione dei consigli comunali e il cambio degli orari degli uffici con apertura al sabato mattina, entrambe approvate ma mai attuate. Cosa si sta aspettando? Abbiamo proposto il Wi-Fi pubblico: BOCCIATO, di intitolare la biblioteca al Prof. Bollani: BOCCIATO, di rivedere gli orari della piattaforma ecologica: BOCCIATO. E infine abbiamo proposto un regolamento che riduce le tasse per i commercianti che a causa di lavori pubblici si vedono diminuire gli incassi. Insomma forse non siamo solo quelli che “raccontano”. La nonna diceva sempre: “Chi si loda, si imbroda!”. E si sa che le nonne hanno sempre ragione, pensateci su!”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia