Nava e Piazza pirotecnici: «Vinto nonostante in Forza Italia c’era chi remava contro»

Duro attacco contro Brambilla e Bergna dopo il successo elettorale di Piazza

Nava e Piazza pirotecnici: «Vinto nonostante in Forza Italia c’era chi remava contro»
Lecco e dintorni, 08 Marzo 2018 ore 12:48

Eletto Mauro Piazza, in conferenza stampa duri attacchi a Bergna e Brambilla.

Piazza eletto, la conferenza stampa

Ne hanno per tutti, Daniele Nava e Mauro Piazza, al termine di una campagna elettorale tanto livida quanto, alla fine, vittoriosa. Perché ieri pomeriggio è arrivata la certezza: Piazza sarà ancora consigliere regionale, terza espressione del territorio lecchese con Flavio Nogara (Lega) e Raffaele Straniero (Pd). Così nella conferenza stampa di oggi i due forzisti – rientrati nel partito pochi mesi fa – si sono tolti qualche sassolino dalla scarpa. «È una vittoria di un gruppo di amici e amministratori che non ha eguali in alcuna forza politica a livello provinciale», ha detto in apertura Nava. «Lo dicono i numeri: le preferenze per Piazza vanno oltre ogni aspettativa. Rispetto a 5 anni fa la capienza dei voti è diminuita, ma abbiamo compensato riuscendo ad arrivare alle preferenze che superano di gran lunga partiti più votati di Forza Italia».

«C’è chi ha remato contro»

Il merito è quindi dell’apporto di chi ha fatto campagna sul territorio, e della grande esperienza dei due consiglieri uscenti: «Se fossimo rimasti ai dati bassi di Forza Italia degli ultimi 2 anni non sarebbe scattato questo seggio», ha proseguito Nava, per poi incalzare: «Il dato poteva essere ancora migliore se qualcuno non avesse remato contro. Hanno fatto un numero di comunicati stampa contro di noi maggiore delle preferenze che hanno ottenuto. La Spezzaferri, nostra candidata, è arrivata seconda, mentre gli altri candidati scelti dal coordinatore Bergna e dalla Brambilla hanno preso le preferenze che di solito si hanno in un consiglio comunale. Piazza è stato il più votato anche a Calolzio, nonostante ci fossero candidati di Calolzio in lista». Per chiudere: «Abbiamo fatto campagna elettorale rispondendo il minimo ai comunicati stampa scritti tutti dalla stessa mano e poi artefatti da mani diverse. Questo è il risultato. Forza Italia torna ad avere una base dignitosa: la missione è iniziata, più che compiuta. Il lavoro è quello di ricostruire Forza Italia e centrodestra a partire da queste elezioni, per affrontare le sfide che ci attendono, a partire dalle prossime amministrative e dalle elezioni per il sindaco di Lecco, una città che ha perso dignità con questa amministrazione».

Le parole di Piazza

Più contenuto è stato invece Mauro Piazza: «Ogni campagna elettorale ci arricchisce. Non perdiamo mai pezzi, ma ne aggiungiamo sempre. La nostra è sempre una comunità politica che cresce e include, porta nuove esperienze e persone. La formula è semplicissima: la politica fatta bene produce. Noi non abbiamo fatto niente, hanno fatto tutto le persone che in queste settimane ci hanno sostenuto e accompagnato. Abbiamo intensificato ciò che facciamo sempre». Pure lui, però, non si è risparmiato qualche frecciata a Michela Vittoria Brambilla e a Davide Bergna: «Ci piacerebbe che anche i più affetti da pregiudizio capiscano che siamo un valore aggiunto e che possiamo fare bene alla politica. Questa è terra di chi impresa fa e non di chi impresa disfa. Lo diciamo ora a campagna chiusa per non danneggiare il partito, ma la verità va detta. Ora voltiamo pagina, c’è tanto da costruire».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia