Milano-Cortina 2026, il lecchese Rossi: “Serve una legge olimpica”

Con l'auspicata 'Legge Olimpica'potranno finalmente prendere l'avvio i lavori che "sono destinati a lasciare un segno per le prossime generazioni. E a cambiare in positivo la vita di milioni di persone".

Milano-Cortina 2026, il lecchese Rossi: “Serve una legge olimpica”
Lecco e dintorni, 12 Dicembre 2019 ore 18:27

“Lo sport comunica valori positivi che sono fondamentali per la crescita di un ragazzo, per la formazione della sua personalità e i corpi sportivi dell’Esercito, Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza offrono grandi opportunità di affermazione a tanti giovani atleti, opportunità che le Olimpiadi invernali del 2026 amplificheranno”. Lo ha detto il lecchese Antonio Rossi, pluricampione olimpico e iridato, oggi sottosegretario della Presidenza di Regione Lombardia con delega ai grandi eventi sportivi, in apertura della tavola rotonda della terza giornata del ‘Meeting nazionale sulla comunicazione dell’Esercito italiano’. I Giochi di ‘Milano-Cortina 2026’, sono stati al centro del dibattito ‘Lo sport, un’arma di comunicazione di massa’. Sono stati, inoltre, lo spunto per parlare dell’apporto che atleti e campioni possono dare con il loro esempio alla societa’.

Milano-Cortina 2026, il lecchese Rossi: “Serve una legge olimpica”

“Lo sport e’ un importante strumento formativo ed educativo. Attraverso i risultati e l’emulazione dei campioni insegna ai ragazzi che il lavoro quotidiano paga sempre. E che nella vita non si devono mai prendere scorciatoie non lecite”. Nell’occasione, Rossi ha ricordato le tante iniziative messe in campo dalla Regione Lombardia per avvicinare i giovani all’attività  fisica. Inoltre, ha puntualizzato gli step del programma che porteranno ai Giochi del 2026.

LEGGI ANCHE Olimpiadi 2026, Arrigoni e Faggi: “Approvato emendamento della Lega, 1 miliardo di euro per i territori”

La nomina di tutti i membri del Cda per

 

Quindi, intervenuto in diretta a ‘Radio Esercito’, dopo aver orgogliosamente ricordato di aver effettuato parte del servizio di leva negli Alpini, Rossi ha elencato i prossimi step del viaggio verso le Olimpiadi di Milano-Cortina. Con l’approvazione dello statuto della Fondazione che si occupera’ dell’organizzazione dei Giochi e la ratifica di Novari come Ceo, tocca ora alla nomina dei 20 membri del Consiglio di amministrazione. Quindi, con l’auspicata ‘Legge Olimpica’potranno finalmente prendere l’avvio i lavori che “sono destinati a lasciare un segno per le prossime generazioni. E a cambiare in positivo la vita di milioni di persone”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia