Menu
Cerca
Il sindaco risponde

Mauro Gattinoni in dialogo con il Rotary Club Lecco: i progetti per la città

L'intervista in videoconferenza per illustrare gli obiettivi di mandato, la situazione attuale e i progetti futuri

Mauro Gattinoni in dialogo con il Rotary Club Lecco: i progetti per la città
Politica Lecco e dintorni, 27 Febbraio 2021 ore 11:06

Mercoledì 24 febbraio il Rotary Club Lecco ha ospitato in videoconferenza il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni per parlare degli obiettivi di mandato in relazione alla città di Lecco, la situazione attuale e i progetti futuri.

Un incontro per parare della “visione della Lecco futura”

L’obiettivo dell’incontro era rispondere ad alcuni quesiti inerenti a temi quali l’evoluzione urbanistica della città di Lecco, la sicurezza e il decoro della città e la sua vocazione turistica.

L’auspicio del Rotary Club Lecco, espresso durante il dibattito, è quello che l’attuale Amministrazione assuma l’impegno politico di definire la “visione della Lecco futura”, di individuare le conseguenti strategie e di attuarle nel tempo.

“Lecco ha forti problemi demografici”

Il sindaco ha iniziato la sua relazione facendo una premessa sulla situazione attuale della città di Lecco.

“Lecco è una città che presenta forti problemi demografici – ha affermato – ogni 100 ragazzi al di sotto dei 15 anni di età ci sono 168 persone con più di 65 anni. Per questo motivo la città deve crescere dal punto di vista demografico, è questa la sfida del decennio”.

“Una città bella, solidale, sostenibile e grande”

Il nostro progetto è quello di far scegliere a giovani coppie e famiglie Lecco come città per abitare e metter su famiglia – ha continuato il sindaco – Il che significa che dovranno esserci prezzi accessibili, soprattutto per gli affitti. Gli obiettivi sono quelli di una città bella, solidale, sostenibile e grande; ciò implica la cura della città, l’assistenza ma non l’assistenzialismo e la sostenibilità economica, ambientale e sociale.

I progetti urbanistici dell’Amministrazione Gattinoni

Rispondendo alla domanda sugli interventi che verranno effettuati a Lecco dal punto di vista urbanistico, il sindaco Gattinoni ha affermato che verranno effettuati sulle tre zone attrattive di Lecco: il Lungolago, la “Piccola” e i Piani d’Erna.
Per quanto riguarda il Lungolago, sono già stati stanziati i soldi per gli interventi nella parte compresa tra l’Imbarcadero e la statua di San Nicolò, dove verrà costruita una piazza con gradoni che amplierà notevolmente la superficie fruibile.
In aggiunta a questo progetto, è stata pensata la creazione di 100 posti barca, un ristorante a 2 piani con terrazza, ed altri interventi per creare nuovi servizi ai cittadini e per magnificare la zona.

I progetti per la Piccola

Nella zona della “Piccola” verrà fatta una rigenerazione urbana, e sono stati pensati degli interventi per la costruzione di un teatro, un cinema, una biblioteca ed altre infrastrutture per la promozione di eventi culturali. Pensando agli interventi da affrontare nella zona della “Piccola” non si può non considerare che questa zona dovrà anche essere uno snodo importante per la mobilità integrata.
I progetti della “Piccola”, riguardando anche la zona del Politecnico di Lecco, non potranno che essere sviluppati dialogando con diversi soggetti per poter rispondere efficacemente alle problematiche sociali.

“La viabilità di Lecco deve diventare una smart road”

In aggiunta al discorso sul tema dell’evoluzione urbanistica della città il sindaco Gattinoni ha evidenziato: “Serve innovazione, l’idea è quella di trasformare la viabilità di Lecco in una smart road, ciò significa attuare una gestione intelligente della mobilità, che attraverso la misurazione dell’intensità del traffico in tempo reale possa reagire tempestivamente, gestendo una segnaletica dinamica per indirizzare i circuiti del traffico in base alle necessità.”

Lecco, una città attrattiva per i giovani

In risposta al quesito sulla vocazione turistica della città, il sindaco ha affermato: “Il punto di partenza per i progetti che verranno sviluppati all’interno della città è comunque quello di rendere Lecco una città attrattiva per i giovani, anche e soprattutto attraverso lo Sport, Lecco dovrà infatti essere la capitale dell’outdoor. Anche il turismo dovrà innanzitutto essere un turismo sportivo, per cui, oltre che al trasporto, bisognerà fare investimenti privati in strutture ricettive e aumentare l’offerta rivolta a questo segmento.”

Il decoro della città è al primo posto

Al sindaco sono anche state poste delle domande in merito al decoro urbano. “Per quanto riguarda la cura della città – ha risposto Mauro Gattinoni – sono state create squadre di manutenzione straordinarie composte da 4 individui (2 professionisti e 2 persone appartenenti a cooperative sociali) per garantire una Lecco decorosa, integrando così la cura della città all’attenzione al sociale”
Il sindaco Gattinoni ha concluso la sua relazione sottolineando la sua presenza costante all’interno del territorio per rispondere alle esigenze dei cittadini.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli