Leghisti lecchesi alla vigilia dell’evento: “Sarà una Pontida epocale” VIDEO

Conferenza stampa nella sede cittadina di corso Martiri

Lecco e dintorni, 28 Giugno 2018 ore 22:02

“Sarà una Pontida epocale”. In alto gli scudi ma anche i calici alla vigilia del raduno  lumbard nel luogo simbolo del Carroccio. Domenica 1° luglio sul “sacro pratone” sono attesi almeno 50mila persone. Tra queste anche i 320 militanti lecchesi, più i sostenitori che negli ultimi due mesi sono moltiplicati, più la gente comune. “Perché come sempre, insieme al nostro leader Salvini, saremo con la gente, tra la gente” spiegavano i vertici del partito riuniti giovedì pomeriggio nella sede della sezione cittadina in corso Martiri a Lecco. Ciascuno ricordando la sua “Pontida” di ieri, ma per celebrare quella di oggi. E non c’è ombra di nostalgia, solo grande, palpabile, soddisfazione.

LEGGI ANCHE Leghisti a Pontida? A Calolzio va in scena il controraduno

 A Pontida una Lega “nazionale, anzi internazionale”

La tradizione si veste quest’anno di grandi novità. Per la prima volta a Pontida arriveranno leghisti da tutta l’Italia. “Grazie all’iniziativa salviniana di allargare il partito a tutti gli italiani” ha ricordato Stefano Parolari segretario provinciale lecchese pro tempore. Ma “a Matteo” non si deve ormai solo la dimensione nazionale: “Siamo anche internazionali ormai, come dimostra l’attenzione della stampa straniera che si sta accreditando in questi giorni”. “La realtà è che Lega sta dettando l’agenda politica alla Unione europea. Sicché un luogo storico del cuore può diventare luogo dell’attuale” la chiosa orgogliosa di Parolari. Con lui, giovedì in sede, anche la senatrice Antonella Faggi, l’onorevole (“Ma anzitutto sindaco di Oggiono) Roberto Ferrari, Giulio De Capitani, il consigliere regionale Antonello Formenti, il capogruppo provinciale Stefano Simonetti e quello comunale Cinzia Bettega, i vice segretari provinciali  Alberto Spreafico Silvano Stefanoni. Assente giustificato il senatur Paolo Arrigoni  (“sta organizzando le trasferte dalle Marche), non pervenuto Flavio Nogara.

Da Lecco a Pontida col treno, ma anche di corsa

Se stavolta arriveranno pullman da tutt’Italia, dal Lecchese i leghisti continueranno ad andare a Pontida in autonomia, con comitive private se non in solitario. Tuttavia si sono dati due appuntamenti in stazione, alle 9.13 e alle 10.13. Formenti, noto appassionato di maratone, ha detto che gli è tornata la voglia di andarci di corsa. E potrebbe essere una buona idea. Che quest’anno Pontida strariperà di auto e pullman in sosta. Trapela anche qualche dubbio sulla capacità del palco di reggere sotto il peso di tutti i delegati che potrebbero salirci sopra. Si spera che non piova.  Sennò si affonderà nel sacro pratone fino alle caviglie con tutti i 50mila convenuti. “E allora non sarà solo una metafora del nostro attaccamento al territorio”.

“Siamo il primo partito nazionale”

“Siamo il primo partito nazionale e chi poteva immaginarlo anche solo un paio di anni fa?” Suona quasi naif Giulio De Capitani. Non solo per lui il merito dell’oggi è tutto di Salvini, alla faccia dei suoi detrattori. “Con la questione dei migranti ha posto l’unico modo per smuovere una situazione penalizzante per noi” lo scudo alzato contro gli strali della pietas cattolica e non solo.  “Vi assicuro che è lo stesso di venticinque anni fa, quando era il semplice segretario della sezione cittadina di Milano. Ancora adesso quando viene alle riunioni del federale non marca solo presenza, resta lì a spiegare, a discutere, tutto il tempo che serve…”. Un leader presente, insomma. Per giunta che spiega alla base le proprie idee. Anche se poi “a Pontida sarò ben stupito quest’anno, a sentire un linguaggio che ha perso certi connotati rustici di un tempo…” confessa De Capitani.

Cosa accadrà a Pontida domenica?

Cosa ci sarà a Pontida lo a spiegato la Faggi, che nella roccaforte bergamasca ha pure il proprio collegio elettorale. “Abbiamo la consapevolezza di una Lega che è cresciuta, si è trasformata. Che con Salvini, nel momento di maggior difficoltà, ha trovato lo spirito per effettuare un grande cambiamento. L’Italia viene rappresentata in modo diverso in Europa.

“Pontida per tornare con i piedi nel territorio”

“Pontida è sempre un modo per tornare con i piedi ben piantati per terra, nel territorio” ha ribadito Roberto Ferrari. Ricordando la stella polare di tutto il movimento: l’autonomia dei territori.

Verso le elezioni del 2019

“Staremo a Pontida con i piedi per terra a raccontare quello che si è fatto in questi tre mesi” ha detto Antonello Formenti, che recentemente, “grazie” all’ineleggibilità di Nogara, è tornato al suo seggio di consigliere al Pirellone. “Sarà il momento del riscatto per chi, nonostante tutto, non ha mai abbandonato il nostro movimento” la rivendicazione. “Il nuovo corso salviniano è in sintonia con le istanze del popolo, alla faccia di chi ci denigra” l’altra rivendicazione, stavolta a cura di Cinzia Bettega.

Con tutte le sue novità Pontida 2018 sarà il momento per serrare le fila anche in vista degli appuntamenti elettorali del prossimo anno. In agenda nel 2019 ci sono le europee ma anche le amministrative che nel Lecchese riguarderanno ben 65 comuni. Che in buon parte hanno ora colorazione Pd. Conquistarli non sembra essere un’impresa difficile: “La lega è la forza politica di riferimento, per le idee e per il consenso” ha dichiarato Spreafico ricordando i risultati delle politiche del 4 marzo scorso. Comunque sia: “Stiamo già lavorando, sottotraccia”.

La fiducia certo è a mille. “in Italia, volenti o nolenti, siamo oggi il partito con più esperienza. Abbiamo patito anche noi la disaffezione della gente. Anche a noi ci scansavano  nelle piazze” ha ricordato il segretario Parolari.  Ma adesso il vento sembra cambiato. “Ho ricevuto quattro telefonate da sindaci che si dichiaravano indipendenti e adesso voglio prendere la tessera della Lega. Anche i sostenitori vanno aumentando a vista d’occhio. E si tesserano autonomamente. Al gazebo che abbiamo tenuto in piazza a Lecco a fine maggio abbiamo finito i moduli…”.

 

9 foto Sfoglia la gallery
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia