Infrastruttura strategica

Lecco-Bergamo: confermato l’accordo per la progettazione esecutiva

Fragomeli: "Abbiamo superato tutte le difficoltà burocratiche"

Lecco-Bergamo: confermato l’accordo per la progettazione esecutiva
Politica Lecco e dintorni, 08 Settembre 2021 ore 14:13

"L’avevo già anticipato, con particolare cognizione di causa e senza “fughe in avanti”, solo poche settimane fa, poco prima della pausa estiva: il testo della convenzione tra Anas e Provincia di Lecco per la ripartenza della progettazione esecutiva della Lecco-Bergamo aveva l’assenso del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. Ed infatti, a seguito della recente presa visione e dell’ok al nuovo testo da parte della stessa Provincia di Lecco, il Ministero, in queste ore, mi ha nuovamente confermato che provvederà a dare il nullaosta formale ad Anas per stipulare la convenzione". Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese della Brianza e capogruppo PD in Commissione finanze, conferma oggi, mercoledì 8 settembre 2021,  la notizia, già data a fine luglio, relativa all’accordo per la progettazione esecutiva della Lecco-Bergamo, una infrastruttura strategica per la viabilità lecchese.

LEGGI ANCHE Lecco-Bergamo e.... la sagra degli annunci

Lecco-Bergamo, ci siamo: confermato l’accordo per la progettazione esecutiva

"Dopo un confronto - prosegue il parlamentare - che si è rivelato complesso e impegnativo per i molti soggetti pubblici interessati e che mi ha visto fortemente impegnato nel corso di tutto l’ultimo anno, abbiamo infine superato tutte le difficoltà burocratiche. Finalmente, sarà possibile aggiornare e quantificare i costi di quest’opera e attivarsi quindi, subito dopo, al fine di recuperare le eventuali risorse aggiuntive necessarie al completamento dei lavori".

"In ogni caso - conclude Fragomeli - posso assicurare che il mio contributo non verrà meno fino a quando non avremo riaperto uno dei cantieri più importanti per il nostro territorio, destinato a realizzare un’infrastruttura non più rinviabile e assolutamente necessaria anche in previsione delle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026".