L'assessore Locatelli nel Lecchese, in visita alle realtà del sociale

A Dervio ha toccato con mano il parco giochi inclusivo realizzato con fondi regionali. A Lecco ha incontrato i volontari di Telefono Donna.

L'assessore Locatelli nel Lecchese, in visita alle realtà del sociale
Politica Lecco e dintorni, 20 Luglio 2021 ore 19:47

L'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia, Alessandra Locatelli, ha effettuato oggi alcune visite istituzionali e Lecco e provincia, nell'ambito del tour organizzato tra le realtà lombarde che operano nel mondo del sociale.

Locatelli incontra gli amministratori del territorio

Dopo la tappa a Dervio, dove ha visitato il parco giochi inclusivo realizzato anche grazie ai fondi stanziati da Regione Lombardia e l'area dove verrà realizzato un campo da golf anche per persone con disabilità, l'assessore ha raggiunto la sede di 'Telefono Donna' a Lecco e ha incontrato il sindaco di Cassago Brianza, Roberta Marabese.

A Dervio parco giochi inclusivo

"Dopo mesi di restrizioni è un piacere tornare ad incontrare amministratori, operatori e volontari che in questo delicato periodo hanno svolto un lavoro straordinario per le nostre comunità. Anche a Lecco e provincia" ha dichiarato l'assessore regionale. "Ci sono tante realtà e tanti progetti d'eccellenza. Il parco giochi inclusivo di Dervio, realizzato anche grazie al contributo di Regione Lombardia e inaugurato recentemente, è un modello di inclusione molto bello, progettato anche con la partecipazione dei piccoli derviesi del Consiglio comunale dei bambini. E inclusivo sarà anche il campo da golf che sarà realizzato nell'area dove abbiamo effettuato un sopralluogo".

Telefono Donna

"A Lecco ho visitato la sede di 'Telefono Donna', operativo dal 1988 grazie a un gruppo di volontarie dell'Unione Donne Italiane. Oggi ho avuto il piacere di incontrarle e ringraziarle personalmente a nome di Regione Lombardia per il grande lavoro di aiuto e sostegno che svolgono nei confronti delle donne vittime di violenza, maltrattamenti e stalking, contribuendo - ha concluso l'assessore - a rafforzare la capillare rete di servizi contro la violenza sulle donne su cui la Lombardia può contare".