Elezioni Lecco 2020

La “competenza” di Ciresa è quella della Destra che ha fatto enormi danni a Lecco?

Affondo del'Esecutivo del Pd Lecco al candidato sindaco del Centrodestra.

La “competenza” di Ciresa è quella della Destra che ha fatto enormi danni a Lecco?
Lecco e dintorni, 17 Settembre 2020 ore 14:22

Affondo dell’Esecutivo del Pd lecchese alla “competenza” del candidato sindaco del Centrodestra Peppino Ciresa. Stavolta nel mirino c’è la sua esperienza trascorsa in qualità di assessore nella Giunta Bodega. Un’esperienza amministrativa fieramente citata da Ciresa in curriculum.

Affondo alla “competenza” di Ciresa

In tutti i confronti tra i candidati Sindaco, Ciresa ha rivendicato con forza la sua precedente esperienza da Assessore. Secondo lui, si tratterebbe di un’esperienza che lo ha reso competente e in grado di fare il Sindaco di Lecco.

Eppure, il candidato Ciresa sembrerebbe essersi dimenticato che l’amministrazione di centrodestra di cui lui ha fatto parte dal 2001 al 2006 ha lasciato in eredità un disastro così grande che, quando è subentrata la Faggi, è stata costretta a concludere in anticipo il suo mandato perché incapace di trovare una soluzione ai numerosi problemi che la Giunta precedente le aveva lasciato. Proprio quella Giunta di cui Ciresa ha fatto parte. Proprio quell’esperienza che – a suo dire – gli darebbe la competenza che serve per fare il Sindaco di Lecco. Per rinfrescarsi la memoria sui disastri delle amministrazioni di centrodestra a Lecco, basta anche solo scorrere alcuni dei titoli della stampa locale dell’autunno 2008. Eccone alcuni:

“Gli amministratori piangono miseria e ci aumentano le tasse, ma non portano a termine un progetto – Buttano via 30 milioni di euro – il Tribunale e il parcheggio di piazza Affari sono fermi, il silos comprato 10 anni fa è chiuso – 650 posti auto di proprietà dei lecchesi che non possono usarli – Piscina scoperta, 2 milioni e 209 mila euro ma non c’è traccia – Viale Turati, benvenuti nel Parioli di Lecco: 2,5 milioni di buche – La Passerella, un mutuo di 4 milioni e mezzo per un’opera che non c’è – Villa Manzoni, 2 milioni nel cassetto mentre l’arenaria si sfarina – Piazza Affari, benvenuti nel ghetto di Lecco, costa 16 milioni e mezzo – Depuratore, un mutuo, 140 mila euro di multe … e non c’è – Parcheggi, 2 milioni buttati via e 4.000 posti auto scomparsi”.

Questi titoli ci ricordano i problemi irrisolti lasciati in eredità alla città dalla Giunta comunale di cui Ciresa ha fatto parte.

Potremmo anche chiederci perché le Amministrazioni di destra hanno comprato il Cinema Lariano anziché acquisire l’area della Piccola, o perché hanno comprato i parcheggi di via Ponte Alimasco anziché rendere fruibili i parcheggi previsti nelle convenzioni urbanistiche, ecc. ecc.

È questa la “competenza” che Ciresa vanta per chiedere voti? È questa l’esperienza con cui Ciresa si candida a fare il Sindaco di Lecco? I cittadini lecchesi possono fidarsi di un candidato Sindaco che ha fatto parte di Un’amministrazione così disastrosa?

Ci sono voluti tanti anni per ricostruire dalle macerie lasciate a Lecco dalla destra, non possiamo lasciare che il lavoro fatto vada sprecato: il 20 e 21 settembre vota e fai votare MAURO GATTINONI Sindaco!

Esecutivo PD città di Lecco

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia