Dopo la cacciata arriva lo sfogo di Roberto Redaelli

"Semplicemente mi sono messo a tutela dei bambini; a qualcuno non piace quando gli si dice che sta sbagliando, come in questo palese caso, però io trovavo doveroso farlo e l'ho fatto"

Dopo la cacciata arriva lo sfogo di Roberto Redaelli
14 Ottobre 2017 ore 13:38

Ha affidato alla rete, e in particolare ad un gruppo facebook il suo sfogo. Stiamo parlando di Roberto Redaelli, ex capogruppo di maggioranza nel Comune di Pescate, silurato dal sindaco Dante De Capitani.

Roberto Redaelli non ci sta

In particolare Redaelli, ex direttore del personale della Gilardoni Raggi X, rinviato a giudizio proprio questa settimana per lesioni e maltrattamenti, ha voluto sottolineare in rete che la vicenda legale nulla ha a che fare con quella politica. Cosa per altro sostenuta anche dal borgomastro pescatese.

Anziani vs bambini

“Mi sono semplicemente permesso di far notare alla Giunta che stava sbagliando e che bisognava trovare una soluzione di dialogo” scrive Redaelli, facendo riferimento  alla decisione della Giunta di concedere la palestra agli anziani per il corso di ginnastica. Ciò, secondo Readaelli,  a scapito dei bambini del G.S.Pescate. “Semplicemente mi sono messo a tutela dei bambini; a qualcuno non piace quando gli si dice che sta sbagliando, come in questo palese caso, però io trovavo doveroso farlo e l’ho fatto”.

La lettera

Redaelli dice di averlo fatto “Viste le condivisibile affermazione del Presidente di una delle associazioni del paese, che ha pienamente ragione in tutto quello che ha scritto”. Lex capogruppo di maggiornaza ha  anche postato su Facebook la lettera “incriminata”.

2 foto Sfoglia la gallery

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia