Menu
Cerca

Giornata della Montagna, Formenti: “La Lombardia sta facendo scuola”

Formenti (Lega): “Montagna straordinario patrimonio e opportunità, la Lombardia sempre attenta alla sua valorizzazione”

Giornata della Montagna, Formenti: “La Lombardia sta facendo scuola”
Politica Lecco e dintorni, 11 Febbraio 2020 ore 16:31

E’ stata approvata oggi, martedì 11 febbraio 2020, a Palazzo Pirelli la Legge regionale che istituisce la “Giornata regionale per le Montagne”.  In  merito alla neonata Giornata della Montagna è intervenuto il consigliere regionale lecchese della Lega, Antonello Formenti.

E’ nata la Giornata della Montagna

“La Legge – afferma Formenti  – nasce dall’esigenza di istituire la “Giornata regionale per le Montagne” per informare e sensibilizzare i cittadini sullo straordinario patrimonio di risorse naturali, culturali, paesaggistiche, storiche, idriche e forestali costituito dalle montagne lombarde”. Grazie a questa legge, a partire dal 2020, ogni prima domenica di luglio, in Lombardia si festeggerà la Giornata Regionale delle Montagne. Un’iniziativa tesa a promuovere e valorizzare i territori montani e sostenere la gente che in montagna vive e lavora”.

Coinvolti i giovani

“Verranno coinvolte  – prosegue il consigliere regionale – le scuole e le Università, così da raggiungere le fasce di età più giovani. Sarà poi privilegiata la diffusione delle tradizioni culturali e dei saperi locali al fine di riscoprire il paesaggio e le risorse agro-rurali, anche attraverso le eccellenze enogastronomiche di montagna e i prodotti alimentari tipici lombardi”

“La Lombardia sta facendo scuola”

“Ancora una volta la Lombardia anticipa i tempi, sarà di fatto la prima regione italiana a istituire una propria giornata dedicata agli ambienti in quota. Ricordiamo infatti che il territorio della Lombardia è caratterizzato da una presenza di aree montuose pari al 40,5% e il 32,5% della popolazione lombarda è concentrata proprio in queste zone.  L’auspicio è che l’esempio lombardo venga presto seguito da altre regioni, che mostrano annualmente una crescente attenzione alle problematiche della montagna”.