Politica
Lecco

Fondi alle scuole paritarie: botta e risposta al vetriolo tra Piazza e Anghileri

Si infiamma sempre di più il dibattito sul rinnovo della convenzione tra Comune e l’Associazione delle Scuole dell’Infanzia Paritarie

Fondi alle scuole paritarie: botta e risposta al vetriolo tra Piazza e Anghileri
Politica Lecco e dintorni, 16 Giugno 2022 ore 19:45

Che il rinnovo  della convenzione tra il Comune di Lecco e l’Associazione delle Scuole dell’Infanzia Paritarie in discussione in questi giorni vedesse maggioranza e opposizione su "barricate" contrapposte lo hanno ampiamente dimostrato le prese di posizioni e le dichiarazioni rilasciate da assessori e consiglieri negli ultimi gironi.  E non sembra che una sintesi sia stata trovata: ne è  dimostrazione il botta e risposta al vetriolo intercorso oggi tra il consigliere regionale del Carroccio Mauro Piazza e il capogruppo di Con la Sinistra Cambia Lecco Alberto Anghileri.

Fondi alle scuole paritarie: botta e risposta al vetriolo tra Piazza e Anghileri

Il primo ad "aprire il fuoco" è stato Piazza. "Evidentemente è più forte di lui. Anghileri diffonde fake news per spaventare le famiglie lecchesi" dichiarato il consigliere regionale facendo riferimento alle  esternazioni  Anghileri in merito "ad un presunto taglio regionale relativo alle risorse finanziarie destinate alle scuole dell’infanzia paritarie lombarde".

“Rimango basito che Anghileri non sappia che il 17 maggio scorso, il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato un ordine del giorno di cui sono firmatario con il quale si confermano nel prossimo assestamento di bilancio, previsto per il 24 luglio, ulteriori 4 milioni di euro destinati a sostegno delle scuole dell’infanzia autonome non statale e non comunali per il periodo di programmazione scolastica 2022/2023. Il valore complessivo, così facendo, sarà quindi di 8 milioni di euro - sottolinea Piazza - Le palesi difficoltà della giunta lecchese a far fronte alle legittime sollecitazioni dell’Associazione delle Scuole Paritarie della città, non possono ovviamente essere camuffate da omissioni o ridimensionamenti delle risorse da parte di Regione Lombardia. Forse gli esponenti dei partiti della maggioranza di Gattinoni, eletti in Consiglio regionale, non lo informano oppure l’ultima moda della sinistra lecchese è quella di diffondere sinistre fake news per danneggiare quello che rappresenta il 70% dell'intera offerta formativa”.

E manco a dirlo a stretto giro di posta è arrivata la staffilata del capogruppo di Cambia. "Il consigliere regionale della Lega Piazza, evidentemente distratto dalla sua principale attività, il cambio di casacca o di partito che dir si voglia,  non si è accorto che nelle Linee di indirizzo per l’assegnazione dei contributi regionali per il periodo di programmazione 20222023 alle scuole dell’infanzia autonoma non statali non comunali, reca per il 2022 uno stanziamento dimezzato rispetto al triennio passato (4 milioni anziché 8 milioni di euro annui). Questi i fatti, altro che fake news poi, è stato approvato un ordine del giorno, ma come leghista piazza dovrebbe sapere le linee di indirizzo sono vincolanti, gli ordini del giorno invece...  Quanto alle  news certamente lei è un esperto,  è  da poco approdato a un partito il cui segretario detiene il record mondiale di fake o,  come si dice a Lecco di balle colossali".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter