Il consigliere dem

Fase 2 in Lombardia, Straniero: “Ripartenza accompagnata da prudenza e responsabilità”

“In questa fase la preoccupazione degli imprenditori e dei lavoratori è anche la nostra: evitare che l’emergenza sanitaria si traduca in breve tempo in una crisi economica e sociale senza precedenti. Purtroppo il rischio esiste"

Fase 2 in Lombardia, Straniero: “Ripartenza accompagnata da prudenza e responsabilità”
Lecco e dintorni, 26 Maggio 2020 ore 12:02

Una ripartenza accompagnata da prudenza e responsabilità. È l’appello di Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, a pochi giorni dalla riapertura di gran parte delle attività anche in Lombardia. “In questa fase la preoccupazione degli imprenditori e dei lavoratori è anche la nostra: evitare che l’emergenza sanitaria si traduca in breve tempo in una crisi economica e sociale senza precedenti. Purtroppo il rischio esiste – aggiunge –. Per questo motivo è fondamentale l’immissione straordinaria di liquidità nel sistema economico che è stata operata dal Governo, dapprima con il Decreto legge Liquidità, poi con quello Rilancio che coprono diverse esigenze”.

Fase 2 in Lombardia, Straniero: “Ripartenza accompagnata da prudenza e responsabilità”

Altrettanto importante, per Straniero, “è il recente provvedimento regionale che prevede contributi agli enti locali e alle imprese per un ammontare di 3 miliardi. Sarebbe opportuno che già a partire dalle prossime settimane la Giunta, di concerto con il consiglio regionale, si adoperi per individuare gli asset strategici sui quali intervenire per fare ripartire l’economia lombarda”.

I trasporti

“Sulla linea ferroviaria Lecco-Como c’è un disservizio vergognoso. Trenord ripristini le corse delle 7.23 e delle 7.51”. A chiederlo, con un’interrogazione che verrà trattata nell’apposita Commissione, è Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, che spiega: “Da lunedì 4 maggio è entrato in vigore il nuovo orario, confermato anche lunedì 18 maggio, cioè nel giorno della riapertura della maggior parte delle attività produttive della regione, e prevede l’abolizione di 13 corse su 23. Questo, nonostante il Comitato pendolari della linea Lecco-Como avesse chiesto semmai di aumentare le corse su questa linea proprio per garantire adeguati standard di sicurezza dei passeggeri in fase di emergenza”, fa sapere ancora Straniero.

LEGGI ANCHE Fase 2-Straniero (Pd): ”Disservizio vergognoso sulla Lecco-Como. Trenord ripristini il 7.23 e il 7.51”

In realtà, nella mattinata da Lecco a Como sono previsti solo due treni, alle 6.18 e alle 12.07, il che provoca “un vero e proprio vergognoso disservizio ferroviario che non risponde neppure agli standard minimi”, ribadisce il consigliere Pd.

“Tra le corse soppresse due sono fondamentali: il treno 5202, in partenza da Molteno alle 7.23, e il 5204, in partenza da Lecco alle 7.51 – precisa Straniero –. Chiediamo alla Regione di intervenire su Trenord e ripristinare almeno queste due corse per rendere minimamente dignitoso il servizio offerto sulla linea Lecco-Como perché, così facendo, i pendolari e i potenziali utenti di questa linea vengono chiaramente scoraggiati dall’utilizzo del mezzo pubblico e sono costretti a usare mezzi privati, se ne dispongono”. Una situazione che, ricorda il consigliere dem, non solo è distante dagli obiettivi fissati dal Programma regionale Mobilità e trasporti, ma non rappresenta nemmeno il minimo per essere considerato un servizio nel contesto socio-economico della Lombardia del 2020.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia