Politica
Campagna elettorale

Elezioni regionali 2023: i candidati sostenuti da Ambientalmente Lecco

Scende in campo in prima persona Monica Coti Zelati, già consigliera comunale di Lecco per AmbientalMente e membro del  direttivo.

Elezioni regionali 2023: i candidati sostenuti da Ambientalmente Lecco
Politica Lecco e dintorni, 03 Gennaio 2023 ore 15:13

In vista delle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio Ambientalmente Lecco ha deciso di sostenere due candidature che stanno all’interno della lista del candidato Presidente Pierfrancesco Majorino, “Patto Civico per Majorino Presidente”.

" In questo spazio civico ci riconosciamo in quanto spazio libero, dove far emergere le personalità e le storia di chi - sui diversi territori - da tempo si spende per la propria comunità - spiegano da Ambientalmente -  Inoltre, considerato che ormai da un anno lavoriamo e costruiamo proposte politiche in rete con le liste civiche ecologiste che lavorano nei diversi capoluoghi regionali attraverso il progetto politico di AVEC (Alleanza Verde e Civica), con questa bella rete di amministratrici e amministratori, ci sentiamo pronti a dare un contributo in termini di persone e passione per la Lombardia, Come AmbientalMente, ormai dal 2018 (in particolare attraverso il nostro contributo nell’amministrazione della città di Lecco), cerchiamo di costruire nella provincia lecchese un percorso che parli di una sostenibilità vera, possibile, non annacquata ma nemmeno ideologica. Una sostenibilità seria, non vuota e che è in grado di misurarsi con l’amministrare. Non l’ecologismo dei no, ma quello dei sì, che costruiscono il futuro, a patto che le condizioni siano chiare.".

Elezioni regionali 2023: i candidati sostenuti da Ambientalmente Lecco

La prima candidatura è quella di Monica Coti Zelati, già consigliera comunale di Lecco per AmbientalMente e membro del  direttivo. "La candidatura di Monica è una candidatura importante, per la sua storia e per il suo percorso. Le sue sensibilità ambientali e sociali vengono da lontano, dal mondo dello scoutismo e dall’impegno politico e associativo che si protrae da anni. Ha maturato tutta l’esperienza che serve per poter contribuire allo sviluppo di una Regione Lombardia diversa, che lotti - ad esempio - per avere un trasporto pubblico migliore, o almeno decente, visto quanto ci tocca soffrire con Trenord a causa di un’Amministrazione Regionale che tiene in ostaggio chi vorrebbe spostarsi in maniera rapida e con minori impatti ambientali".

La seconda candidatura sostenuta da Ambientalmente è quella alla di Dino de Simone, figura centrale della "nostra   “lista gemella” Progetto Concittadino che, su Varese, amministra spingendo sui temi a noi cari. Dino, che proviene dall’associazionismo ecologista di Legambiente, oltre alla sua esperienza lavorativa proprio in Regione Lombardia, può mettere a disposizione una grande passione che proviene da anni di impegno politico, anche amministrativo, essendo stato Assessore all’Ambiente proprio a Varese".

I candidati verranno presentati a Ballabio, presso Melovivo  in via Ponte dei Re 6, il 13 gennaio alle 20.30.

"Un tandem bello e credibile su cui vogliamo spenderci. Per dire che il centro-sinistra, unito, ce la può fare. Per raccontare che un modo diverso di pensare la nostra bella Regione, può esistere. Una Regione che può essere all’avanguardia sui temi del contrasto al consumo di suolo, della mobilità sostenibile, degli investimenti utili nel percorso che ci guiderà alle Olimpiadi del 2026; come anche del diritto alla casa, alla qualità della vita, all'inclusione sociale e alla dignità del reddito.

 

Seguici sui nostri canali