Elezioni Lecco 2020: Appello non fa il passo indietro, “ciaone” al Pd

"La segreteria cittadina del PD si assuma tutta la responsabilità di una eventuale sconfitta dell'area progressista a Lecco"

Elezioni Lecco 2020: Appello non fa il passo indietro, “ciaone” al Pd
Lecco e dintorni, 14 Gennaio 2020 ore 12:05

Oltre due ore di discussione “allargata”  per ratificare che Appello per Lecco resta ancorata alle proprie posizioni. La civica guidata da Rinaldo Zanini e Corrado Valsecchi rivendica a sé la patente di civismo autentico. Con un j’accuse: se  l’alleanza storica con il Pd si è rotta è solo colpa del Pd. Scornato chi auspicava che la riunione del direttivo del sodalizio, convocata ieri sera e allargata ai simpatizzanti, potesse sortire un passo indietro. Nessuna riconciliazione politica con i dem in nome di una rinnovata coalizione del centrosinistra in vista delle elezioni comunali 2020.  Appello correrà da solo e il suo candidato sindaco resta Valsecchi.

Appello  è la vera civica, “Marelli faccia il suo corso”

Questo il comunicato diramato stanotte dalla civica, di resoconto della riunione.

“Il direttivo allargato di Appello per Lecco riunitosi questa sera ha discusso per oltre due ore e hanno preso la parola 20 persone tra membri del direttivo e simpatizzanti.

Il direttivo di appello per Lecco, con la coerenza e l’autonomia che ci ha sempre contraddistinti, ha confermato il proprio orientamento di affermare il civismo autentico e rappresentativo come formula vincente anche per le elezioni comunali del 2020.

La messa in discussione dell’alleanza storica da parte della segreteria cittadina del PD resa evidente attraverso la manifesta ostilità, dichiarata mezzo stampa, del segretario cittadino del PD verso i componenti della Giunta Brivio, le osservazioni ingenerose sull’operato amministrativo durato 10 anni non hanno reso possibile alcuna condizione per una riconciliazione politica.

Appello per Lecco è una associazione e lista civica riconosciuta e riconoscibile nella città di Lecco, attraverso i suoi volontari ed esponenti istituzionali non si è mai risparmiata, assumendosi pienamente le responsabilità, per fare concretamente il bene di questa città.

Lasciamo che le ipotesi di lavoro del segretario del PD cittadino e della parte del partito che lo sostiene facciano il loro corso. Percorso azzardato e, a nostro giudizio, potenzialmente perdente”.

Appello lancia il polo alternativo per le forze progressiste

Due strade separate per il Pd e appello. Che a questo punto rilancia la campagna proponendosi quale polo di attrazione alternativo per le forze progressiste che intendono impegnarsi nella campagna elettorale. Infatti:

“Appello per Lecco questa sera ha deciso di continuare il suo cammino con tutte le forze politiche, le associazioni e i cittadini che in qualche modo vorranno promuovere un percorso diverso ed innovativo sul piano politico che metta il civismo come architrave del nuovo progetto”.

La colpa è tutta del Pd

Appello muove infine un’accusa alla segreteria cittadina del Pd, retta da Alfredo Marelli.

“Appello per Lecco ha fatto innumerevoli tentativi per rendere concreta l’idea di una alleanza che procedesse nel solco di quanto fatto insieme al PD in 10 anni di collaborazione nel governo della Città. Lasciamo alla segreteria PD l’intera responsabilità di aver fatto naufragare un progetto vincente in una città moderata come quella lecchese e una stagione di grande impegno, sacrificio e disponibilità verso la comunità. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno fatto parte di questa stagione durata per due Amministrazioni che per volontà della segretaria PD si interrompe e sembrerebbe non più recuperabile”.

Il candidato di Appello è Valsecchi

Ribadita la candidatura a sindaco di Corrado valsecchi, un punto sul quale Appello non ha mai fatto un vero passo indietro. “Per quanto ci riguarda il direttivo di Appello per Lecco ha approvato all’unanimità la relazione finale del Presidente Rinaldo Zanini e riconfermato pienamente l’appoggio al candidato sindaco di Appello per Lecco, l’assessore Corrado Valsecchi“.

Alla ricerca di un “pertugio”

Tutto finito dunque. Sembrerebbe così se il comunicato non infilasse un ultimo capoverso:

“Il gruppo consiliare regionale dei Civici, i coordinatori di Alleanza Civica del Nord, oggi presenti al direttivo, si incontreranno in settimana con i referenti dei vari partiti dell’area progressista e moderata a livello regionale per verificare se sussistono possibilità inesplorate, a livello cittadino, che consentano di trovare un pertugio che possa eventualmente far ripartire la negoziazione politica da un “foglio bianco” per trovare una intesa questa volta condivisa e non frutto di imposizioni ed operazioni inaccettabili prima di tutto dal punto di vista etico che hanno creato solo acredine e lacerazioni difficilmente sanabili”.

LA CAMPAGNA ELETTORALE E’ AMPIAMENTE INIZIATA: LEGGI QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE ELEZIONI LECCO 2020

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia