L'intervento

“Chiusure e limitazioni, il Comune sostenga chi è penalizzato, anche nei rioni”

Il Consigliere Giacomo Zamperini: "Estensione fino a Natale di bonus su Tosap e Tari"

“Chiusure e limitazioni, il Comune sostenga chi è penalizzato, anche nei rioni”
Lecco e dintorni, 30 Ottobre 2020 ore 09:39

Di Giacomo Zamperini, Capogruppo Comunale di Lecco e Dirigente Regionale di Fratelli d’Italia.

«La crisi che stiamo vivendo, sta mettendo in ginocchio alcune categorie ben precise anche a Lecco, qualcuno ha chiesto il mio consiglio sull’opportunità di organizzare delle manifestazioni di protesta, onestamente parteciperei ma credo sia giusto che ad organizzare siano i diretti interessati. In ogni caso, restano ingiustificabili le violenze ed i vandalismi, mentre comprendo benissimo la rabbia e la disperazione dei tanti interessati.

LEGGI ANCHE Emergenza Coronavirus: “Il Comune utilizzi il “debito buono” per tutelare famiglie e commercio”

Penso ai commercianti, alle partite iva ed agli autonomi, anche nel mondo dello spettacolo, del turismo e degli eventi, che conosco bene perché ci lavoro. Non è accettabile che qualcuno venga messo nella condizione folle di scegliere tra sacrificare il proprio sostentamento economico o la salute. Chi ha rispettato le regole ed ha fatto investimenti per adeguarsi alle disposizioni, adesso giustamente si sente preso in giro. Per esempio, il sindaco Gattinoni ha dichiarato recentemente che ormai non serve più la concessione gratuita dello spazio esterno ai locali, perché tanto arriverebbe l’inverno: qualcuno può spiegare al fenomeno che esistono anche degli strumenti per riscaldare l’esterno, come i “funghi”, e che magari qualche commerciante aveva pure già fatto degli investimenti per poter sopravvivere adeguandosi alle normative?

Non voglio essere solo polemico, vanno bene gli interventi a sostegno dei commercianti e degli artigiani del centro storico che arriveranno grazie al bando di Regione Lombardia sui DUC, i distretti urbani del commercio. Ora, però, il Comune pensi anche agli altri quartieri! Mi riferisco a tutti quei negozi di vicinato che stanno nei Rioni e che certamente non hanno subito meno danni dal covid rispetto ad altri. Bar, pub, ristoranti, pizzerie d’asporto, alimentari, edicole, solo per fare alcuni esempi, sono il cuore pulsante per l’aggregazione sociale lontana dal centro. Il Comune intervenga per sostenere queste attività economiche rionali, pensando anche ai gestori delle palestre ed alle altre partite iva, affinché nessuno si senta più figlio di un dio minore, ma tutti parte di una grande comunità che non lascia nessuno da solo.

Infine, nessuno si è occupato della primaria problematica legata agli assembramenti nel trasporto pubblico locale. Mi spiegate perché, soprattutto nel nostro territorio, non si sono utilizzati i mezzi dei privati che sono fermi a causa della crisi? Così avremmo potuto dare parziale sollievo al problema per gli spostamenti e dato ossigeno ad un settore in ginocchio e strategico per Lecco come quello del trasporto turistico.

Concludo con una proposta: alle categorie totalmente o parzialmente colpite dal DPCM, si estenda fino a Natale l’esenzione dalla tassa per l’occupazione del suolo pubblico, mantenendo gli spazi “allargati” che già sono stati concessi, e si immagini uno sgravio fiscale sulla tassa comunale per i rifiuti. Mi pare assurdo chiedere un contributo del 100% anche a chi è rimasto chiuso oppure ha incassato la metà!»

 

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia