Lavoro

Centri impiego, Straniero: “Manca personale, ma per la Regione va tutto bene”

Nonostante i quattro concorsi in atto, i servizi per l’impiego rischiano di rimanere sguarniti, in particolare a Lecco

Centri impiego, Straniero: “Manca personale, ma per la Regione va tutto bene”
Lecco e dintorni, 03 Novembre 2020 ore 12:01

Nonostante i quattro concorsi in atto, i servizi per l’impiego rischiano di rimanere sguarniti, in particolare a Lecco. Per questo Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd e capogruppo in IV Commissione Attività produttive, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata, stamattina, in consiglio regionale, per capire come Regione Lombardia preveda di programmare la sostituzione del personale dei centri per l’impiego e del collocamento mirato che stanno per andare in pensione, in modo che i nuovi ingressi rappresentino veramente un potenziamento. “Viene previsto sia dal piano nazionale che da quello regionale, ma non deve essere una semplice sostituzione del personale fuoriuscito negli scorsi anni e che se ne andrà nel prossimo futuro – spiega Straniero –. Ho chiesto, inoltre, anche di capire come si preveda di definire l’organizzazione delle sedi dei Cpi e i nuovi obiettivi della loro attività alla luce dell’ingresso del personale selezionato dai concorsi”.

Centri impiego, Straniero: “Manca personale, ma per la Regione va tutto bene”

LEGGI ANCHE Sanità in affanno: “Nell’Ats Brianza mancano 55 medici di famiglia”

Ai dubbi del consigliere Pd ha risposto l’assessore al Lavoro Rizzoli dicendo “che i quattro concorsi porteranno a quasi mille nuove ingressi e quindi per la Regione è un potenziamento, non solo una sostituzione di chi va in pensione – racconta Straniero –. Inoltre, grazie ad alcune convenzioni, l’assessorato ritiene di aver garantito un turn over del personale con concorsi provinciali o mobilità interna alle pubbliche amministrazioni. E proprio a Lecco, secondo la Rizzoli, il risultato è stato che il rapporto operatori utenti, pari a 423, non sia così male. Insomma, un intervento molto tranquillizzante, ma a noi non sembra che vada tutto bene e ci rimane più di qualche preoccupazione. L’assessore ha citato proprio Lecco come esempio ideale del fatto che con queste sostituzioni ‘random’ i servizi per l’impiego funzionano perfettamente, ma a noi non risulta che sia tutto così facile e risolto”.

Risposta solo parzialmente soddisfacente

Insomma, per il consigliere Pd una risposta solo parzialmente soddisfacente, perciò invita “l’assessore a tenere costantemente e meglio monitorata la situazione dell’andamento del personale e delle dotazioni informatiche e infrastrutturali nei prossimi anni, per evitare di vanificare gli sforzi dell’attuale Governo in materia di potenziamento dei Cpi e del collocamento mirato. Non vogliamo che la Giunta si disinteressi, come ha fatto negli ultimi anni per trovarci di nuovo, in un prossimo futuro, nelle condizioni in cui versano oggi le strutture”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia