La tragedia

Strisce pedonali e scarsa illuminazione, scrissi al Comune senza mai aver risposta. E ora Chiara è morta

La lettera dell'imprenditore lecchese Momo Frigerio

Strisce pedonali e scarsa illuminazione, scrissi al Comune senza mai aver risposta. E ora Chiara è morta
Lecco e dintorni, 25 Maggio 2020 ore 11:36

Mi riferisco all’incidente avvenuto il giorno 20/05/2020 in Via Papa Giovanni XXIII che ha provocato la morte di una ragazza di 19 anni. Il 19/12/2019 scrissi al Comune, ed ai giornali, denunciando la pericolosità dei passaggi pedonali in prossimità delle rotonde. Oggi il fatto drammatico è avvenuto, e non sarà l’ultimo. Penso, come avevo già detto nella mia precedente, che se le strisce pedonali fossero posizionate più distanti rispetto alla rotonda (basterebbero una quindicina di metri), forse il conducente, anche se non perfettamente lucido, potrebbe accorgersi del pedone e frenare in tempo. Allora scrissi anche della scarsa illuminazione delle strisce pedonali. Non ho mai ricevuto risposta.

LEGGI ANCHE Agli arresti domiciliari il giovane che ha travolto Chiara ed è scappato

Strisce pedonali e scarsa illuminazione, scrissi al Comune senza mai aver risposta. E ora Chiara è morta

Di seguito riporto mia lettera inviata all’ufficio viabilità del Comune di Lecco, e ai giornali, il 19/12/2019:

 

Spett.

Comune di Lecco

Piazza Diaz, 1

23900 LECCO

Alla C/a  Responsabile Ufficio Viabilità

viabilita@comune.lecco.it

 

Ai vari giornali

 

Oggetto: Morte sulle strisce pedonali

Anni fa scrissi che i Comuni erano obbligati (mi sembra da una legge) a illuminare le strisce pedonali.

A Lecco, salvo quella davanti all’ospedale (peraltro con fascio di luce non allineato alle strisce), non ce n’è una illuminata.

Forse si potevano evitare tanti incidenti.

Un altro problema è che sono posizionate troppo vicine all’uscita delle rotonde. 

Molte volte ci si trova con i pedoni, non illuminati, subito dopo aver svoltato.

Infine vorrei rimarcare nuovamente il problema dell’asfalto delle strade del Comune.

Sono state asfaltate alcune strade ancora in buono stato, mentre altre in condizioni disastrose (vedi Via A. Toscanini a Maggianico) sembrerebbero programmate per il 2020.

Attendo un riscontro positivo a quanto denunciato.

P.S. A Calolziocorte tutte le strisce sono illuminate.

 

Momo Frigerio

 

Momo Frigerio

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia