Glocal news
Indovina chi viene a cena

Coppia No vax recluta sui social positivi al Covid da invitare a casa per contagiarsi

Una volta scoperti la donna ha dato delle goffe giustificazioni, buttandola sullo scherzo.

Coppia No vax recluta sui social positivi al Covid da invitare a casa per contagiarsi
Glocal news 12 Gennaio 2022 ore 17:42

Pur di non farsi vaccinare una coppia  ha ben pensato di invitare a cena dei positivi al Covid (a caso) anche sconosciuti. Come racconta Prima Belluno i due bramavano il Covid al punto da invitare chiunque fosse positivo a casa propria e pagare anche... Tutto per ottenere il Green pass schivando l'inoculazione.

Indovina chi viene a cena? Un positivo

Cercavano positivi al Covid per invitarli a cena e farsi contagiare attraverso i social. Marito e moglie dalle pagine dei rispettivi profili Facebook, il 5 gennaio 2022, avevano lanciato l'appello ad altri internauti. I due - No vax - erano disposti anche a pagare:

"Cercansi positivi per invito a cena. Anche a pagamento. Scrivetemi in privato".

E c'era pure chi rispondeva: "Aspetto il tampone e poi vi faccio sapere".

Sia mai che prometto di essere positivo e di contagiarti e poi ti devo dare la delusione di lasciarti sano...

Scenario davvero allarmante anche se, come già tristemente raccontato, il fenomeno dei Covid party (con tanto di conseguenze nefaste come decessi) è diffuso e non si tratta - purtroppo - di una mentalità isolata. Oltre che mettere a rischio la propria salute queste persone rischiano di andare volontariamente a pesare sul sistema sanitario, già allo stremo; non si contano più le operazioni e gli screening già rimandati da anni a causa dell'emergenza.

La giustificazione

Messa di fronte alle proprie responsabilità la donna protagonista di questa assurda vicenda avrebbe spiegato che si sarebbe trattato di uno scherzo. Di una sorta di "Cena con delitto", in cui il delitto sarebbe la trasmissione del Covid. Ma cosa rischia chi pubblica sui social contenuti di questo genere? Di certo la decisione spetta alla magistratura che deve ricostruire tutto nei minimi dettagli. In un certo senso è una frase, senza un gesto concreto non si può intervenire in modo severe.

Ma se oltre al post la cosa si fosse concretizzata, allora potrebbe scattare come minimo il reato di epidemia colposa. Il marito, un imprenditore ultra 50enne, era stato ancora più chiaro della moglie: ha spiegato che erano più di due mesi che tentava di avere contatti con i positivi al Covid, il tutto per avere il Green pass senza vaccinazione.