A Lecco

Mostra in Villa Belfiore: ultime ore per visitarla FOTO

Un’occasione unica: Villa Belfiore apre le porte ai visitatori. Ecco le foto della mostra curata dalle "Teste di Idra".

Mostra in Villa Belfiore: ultime ore per visitarla FOTO
Lecco e dintorni, 18 Ottobre 2020 ore 11:31

Villa Belfiore nelle mani delle «Teste di Idra», un collettivo di giovani artisti che ha messo in scena la propria personale manutenzione dell’edificio. Mostra aperta fino alle 19 di oggi, domenica 18 ottobre.

Villa Belfiore apre per la prima volta le porte ai visitatori

Ieri, sabato 17 ottobre, è stata inaugurata la mostra “Nostos – Straordinaria Manutenzione di Villa Belfiore” con il patrocinio del Comune e a cura del collettivo di giovani artisti “Teste di Idra”. La Villa, patrimonio del MiBACT, apre le sue porte al pubblico per la prima volta e ospita la reinterpretazione artistica dei suoi spazi attraverso una serie di opere scultoree, pittoriche, grafiche, sonore e installazioni realizzate dai giovani componenti del neonato collettivo.

Ultime ore per visitarla

La mostra, inaugurata ieri, sabato 17 ottobre, resterà aperta fino alle 19 di oggi, domenica 18 ottobre. L’ingresso è libero, quindi si consiglia a tutti di visitarla e cogliere l’occasione per approfondire la conoscenza di una perla del territorio. Un edificio storico del territorio lecchese, riportato allo splendore nel 2001 da un attento e ampio restauro.

La mostra “Nostos”

La mostra è un’iniziativa artistico culturale temporanea volta alla valorizzazione dell’edificio storico del territorio lecchese, attraverso interventi artistici diffusi negli spazi dello stabile e del giardino circostante. L’idea su cui si fonda il progetto, nato a seguito dell’analisi del materiale relativo all’importante restauro avvenuto nel 2001, è quella di immaginare un’interpretazione artistica delle indicazioni formali contenute nel documento della relazione
tecnica originale.

18 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia