Sciopero scuola: venerdì lezioni a rischio

Al centro delle proteste prefigurate dal personale docente e non, c'è  il problema del precariato.

Sciopero scuola: venerdì lezioni a rischio
Lecco e dintorni, 11 Febbraio 2020 ore 07:06

Sciopero scuola: venerdì lezioni a rischio. Al centro delle proteste prefigurate dal personale docente e non, c’è  il problema del precariato.

Sciopero scuola: venerdì lezioni a rischio

Lo sciopero  è stato indetto dai sindacati ADL Cobas, CUB-SUR, SGB, USI-CIT accogliendo la richiesta dei coordinamenti dei precari della scuola. Si tratta di  di un percorso di mobilitazione avviato in autunno da coordinamenti di docenti precari in tutta Italia: di fronte all’intesa governo- sindacati sul decreto “salva-precari” (DL 126/2019 successivamente coordinato con la legge di conversione 20 dicembre 2019, n. 159) molti avevano fiutato l’ennesimo accordo al ribasso, peggiore persino dell’accordo con il governo precedente nella scorsa primavera

LEGGI ANCHE Una “diagnosi pesante”, il buio e la rinascita. Una mamma scrive ai manifestanti de La Nostra Famiglia

La comunicazione dello sciopero scuola

“Si comunica che per l’intera giornata del 14 febbraio 2020, nel Comparto Istruzione e Ricerca è stato proclamato lo sciopero del personale docente, Ata, educatore e dirigente a tempo indeterminato e determinato, atipico Ata, precari, Ata ed educatori dei convitti, in Italia e all’estero da parte delle Organizzazioni Sindacali in oggetto. Poiché l’azione di sciopero in questione interessa anche il servizio pubblico essenziale “istruzione”, di cui all’art. 1 della legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modifiche ed integrazioni e alle norme pattizie definite ai sensi dell’art. 2 della legge medesima, il diritto di sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla citata normativa”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve