Paventato lo stato di agitazione a La Nostra Famiglia

"L'azienda ha comunicato la disdetta unilaterale dei contratti applicati ai lavoratori"

Paventato lo stato di agitazione a La Nostra Famiglia
Lecco e dintorni, 30 Gennaio 2020 ore 17:34

“Non bastavano i tredici anni di mancata firma del contratto nazionale Aris Rsa. Ora a La Nostra Famiglia ci sono altri problemi per i lavoratori. Proprio lunedì, infatti, l’azienda ha comunicato la disdetta unilaterale dei contratti applicati ai lavoratori”. Lo fa sapere la Cgil di Lecco.

Paventato lo stato di agitazione a La Nostra Famiglia

LEGGI ANCHE Medici de La Nostra Famiglia sul piede di guerra

“Si tratta di una grossa difficoltà, perché porterebbe a dover gestire l’applicazione di un contratto che porterebbe, per esempio, la settimana lavorativa da 36 a 38 ore – afferma Catello Tramparulo, segretario generale Fp Cgil Lecco –. A livello nazionale Cgil, Cisl e Uil hanno diffidato immediatamente La Nostra Famiglia dall’applicazione di questo contratto e per questo il prossimo 11 febbraio ci sarà un incontro a Roma dove i vertici dell’azienda dovranno dare spiegazioni di questa scelta unilaterale, non condivisa con le organizzazioni sindacali”.

400 lavoratori in assemblea

Nella giornata di oggi, giovedì 20 gennaio 2020,  si sono tenute due assemblee nella struttura di Bosisio Parini, a cui hanno partecipato oltre 400 lavoratori provenienti da tutte le sedi provinciali. “È stato votato un ordine del giorno in cui si dà mandato alle segreterie nazionali di tenere alta l’attenzione su questa situazione – prosegue Tramparulo –. Chiaramente in assenza di un’apertura de La Nostra Famiglia sarà indetto lo stato di agitazione. Anche perché non si possono prendere in giro le lavoratrici e i lavoratori”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia