Mercato immobiliare in ripresa: + 38,6% le compravendite rispetto al 2020

Mercato immobiliare in ripresa: + 38,6% le compravendite rispetto al 2020
Economia 25 Giugno 2021 ore 08:30

Il periodo di emergenza sanitaria vissuto e non ancora completamente superato, ha accentuato ancora di più la volontà di acquistare una casa, vista come esigenza, autonomia e cambiamenti. Fortunatamente il mercato immobiliare sembra in fase di ripresa: è un buon momento per comprare casa o è meglio rimandare? Analizziamo la situazione nel dettaglio.

Mercato immobiliare 2021: i dati sulla ripresa

A renderlo noto sono i report statistici pubblicati dall’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, dal quale appare evidente la crescita delle compravendite immobiliari nel primo trimestre 2021. Segnali di ripresa importanti rispetto al 2020, basti pensare che si parla del +38,6% del settore residenziale e +51,3% del settore terziario e del commercio.

L’aumento positivo delle compravendite è riferito a tutte le città e comuni italiani, senza distinzione di densità della popolazione. La maggiore incidenza registrata (+46,8%) riguarda la zona del Nord Est con un dato curioso: un aumento del 41% per acquisti di case tra i 100 e i 140 metri quadri e addirittura + 48% per abitazioni con metratura superiore ai 140 metri quadri.

La città capoluogo che si è maggiormente distinta è stata Genova con un aumento percentile pari al 36,5, a seguire Roma, Torino e Napoli con un tasso di crescita pari al 30%. Milano e Bologna un aumento del 15%, Firenze del 17% superate da Palermo che ha raggiunto il 20% d’incremento. I dati dimostrano che attualmente il mercato è favorevole ed esistono ottimi margini di risparmio per l’acquisto di una casa, ovviamente però bisogna disporre della liquidità necessaria per affrontare un simile investimento.

In sintesi, se si possiedono risparmi a sufficienza per poter investire nel mattone, questo è sicuramente il momento più adatto per poterlo fare, anche considerata l’eventuale possibilità di chiedere un prestito a tasso agevolato tramite piattaforme apposite, un modo facile e veloce per aumentare il proprio capitale iniziale in modo semplice e coprire le spese accessorie per l’acquisto dell’immobile. 

Naturalmente questo discorso è valido sia per le prime case che per le case acquistate a scopo di investimento, e comunque sempre a seconda del proprio budget di partenza e delle proprie necessità individuali.

Le abitazioni più ambite del 2021

Il lungo periodo passato tra le mura domestiche, la dad, lo smartworking e le nuove esigenze dettate dal Covid hanno suscitato la necessità di avere spazi abitativi ampi e ben suddivisi, esigenza che ha fatto aumentare in modo esponenziale l’acquisto di appartamenti di grandi dimensioni (ci sono state molte richieste di abitazioni superiori 150 mq). Un’altra tendenza immobiliare del 2021 riguarda gli spazi esterni delle abitazioni: balconi, terrazzi e giardini.

Diversi sondaggi e indagini statistiche hanno confermato come questo periodo di emergenza sanitaria ha consolidato l‘esigenza di acquistare appartamenti con ampi spazi esterni, per poter passare più tempo all’aria aperta e non essere più costretti a rinchiudersi nelle quattro mura. Grandi balconi o bellissimi giardini da condividere con familiari, anche a costo di spostarsi dalle città e allontanarsi dal luogo di lavoro. Il 2021 si conferma essere un anno di modifiche e cambiamenti, anche nel settore immobiliare.