Economia

Giovani e occupazione: è tempo di Academy

Si moltiplicano le Academy aziendali, organizzate in collaborazione con le scuole del territorio.

Giovani e occupazione: è tempo di Academy
Economia Lecco e dintorni, 06 Settembre 2018 ore 11:40

Giovani e occupazione: è tempo di Academy. Benessere da distribuire attraverso il lavoro ma difficoltà a trovare i beneficiari soprattutto tra i giovani. Un paradosso che riguarda anche Lecco che costituisce un unicum virtuoso in termini di offerta occupazionale, eppure molte aziende manifatturiere stentano a trovare le figure professionali più richieste.

Giovani e occupazione: è tempo di Academy

Alcuni dati per capirne di più. Nel 2017 il tasso di occupazione ha raggiunto il 77,7%, una percentuale in sensibile crescita rispetto al già notevole 74,4% toccato nel 2008. Non solo: nella fascia di età 25-34 anni Lecco è la provincia italiana con il più alto tasso di occupazione (81,7%). E il trend per il 2018 si annuncia in ulteriore crescita. Eppure parecchi imprenditori lamentano la mancanza di giovani in grado di coprire la sensibile offerta di posti vacanti. Pochi sono tra loro quelli in cerca di occupazione o con titoli di studio adeguati al settore metalmeccanico. Per questo aziende e scuole si stanno attrezzando per dare vita alle Academy, veri e propri corsi di formazione che avvicinano i giovani alla meccanica.

Rodacciai

Secondo Marco Onofri, responsabile del progetto Rodacciai Academy, “le nostre Academy continuano a registrare il tutto esaurito perché negli anni siamo stati capaci di costruire un’esperienza motivante e accattivante per i giovani.  Aziende, scuole e territorio devono ripartire da questo concetto e le novità dell’Industria 4.0 sono l’occasione per riuscire a comunicare le opportunità che il settore metalmeccanico offrirà alle nuove generazioni”.

Mauro Gattinoni direttore di Api

Per Mauro Gattinoni direttore di Api, Associazione Piccole e Medie Industrie di Lecco, “fare fronte alle richieste delle aziende associate ci ha convinto a programmare un corso di formazione per giovani addetti alla conduzione di macchine utensili CNC”.

Claudio Lanfranconi, dirigente dell’istituto scolastico Fiocchi,

Anche la scuola avrà un compito importante nella formazione dei ragazzi. Ne è convinto Claudio Lanfranconi, dirigente dell’istituto scolastico Fiocchi, per il quale “i giovani dovranno essere motore di crescita e di innovazione. Ecco perché il nostro istituto dà il suo contributo a progetti come il laboratorio territoriale per l’occupazione”.

In definitiva per Mauro Califano, DHR di Rodacciai, “serve catalizzare le best practices del territorio al fine di esaltare le eccellenze giovanili capaci di affrontare le sfide del mondo del lavoro e le opportunità di carriera offerte dal manifatturiero”.