La replica

Cisal FederEnergia sullo sciopero di E Distribuzione: “Adesione molto inferiore a quanto dichiarato dai sindacati”

Economia Lecco e dintorni, 07 Gennaio 2021 ore 18:51

“L’adesione è al 49%, togliendo dal conto gli assenti e coloro che, per legge, non potevano far sciopero si arriva al 54%”. E’ quanto dichiarato oggi da Cisal FederEnergia in merito allo sciopero di E Distribuzione del 19 novembre scorso. Un chiarimento, che arriva a distanza di quasi due mesi che secondo Cisal FederEnergia si è reso necessario a seguito di delle dichiarazioni Filctem-Flaei-Uiltec che avevano parlato di adesione quasi al 100%.

Cisal FederEnergia sullo sciopero di E Distribuzione: “Adesione molto inferiore a quanto dichiarato dai sindacati”

“E’ il 49% l’adesione sul numero totale dei dipendenti della distribuzione, (fonte: dati consolidati dell’ultima relazione di fine esercizio). Però vogliamo essere più precisi: togliamo dal numero dei dipendenti a novembre coloro che non erano in servizio (malattia, ecc..) ed anche coloro che per legge (esentati) non potevano far sciopero, (perché in teoria tutti quelli che, per legge, erano in servizio potevano far sciopero) Quindi, con questo conteggio di maggior favore, arriviamo al 54% di adesione, molto lontano dall’oltre il 90%!. Con circa il 50% di adesioni alle 4 ore di sciopero del 19/11/20, ci domandiamo, con uno altro sciopero di un intero giorno (programmato per il 17/12/20), alle porte delle spese di Natale, quanta sarebbe stata l’adesione? il 5%? o forse ancora meno?? Ripetiamo, l’accordo del 11 dicembre cosa significa?? È una pezza per togliere le TRE organizzazioni da una disfatta d’immagine oppure aver salvato l’immagine ha un costo per i Lavoratori?? Domande a cui solo il tempo darà una risposta”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità