Cultura
Olginate

Storie di giovani teppisti e vecchie canaglie: incontro con Francesca Negri

Appuntamento da non perdere giovedì 26 gennaio 2023 alle 20.45.

Storie di giovani teppisti e vecchie canaglie: incontro con Francesca Negri
Cultura Lecco e dintorni, 24 Gennaio 2023 ore 18:04

E' tutto pronto in quel di Olginate per ascoltare le "Storie di giovani teppisti e vecchie canaglie" di Francesca Negri. A partire da giovedì 26 gennaio tornano a grande richiesta gli appuntamenti della rassegna "Incontri con l’autore2 organizzati dalla Biblioteca Civica di Olginate e che, per questo 2023, si svolgeranno per la prima volta all’interno della nuova sede di via Professor Mario Radaelli 16.

Storie di giovani teppisti e vecchie canaglie: incontro con Francesca Negri

Ad aprire il nuovo anno ci sarà appunto l’incontro con l’autrice Francesca Negri, in programma per giovedì 26 gennaio 2023 alle 20.45.

Lecchese doc, è insegnante di Italiano e Storia, Francesca negri ed è alla sua prima pubblicazione. "E’ un libro che nasce da un’esperienza che all’inizio è autobiografica e poi diventa racconto -  ha spiegato   l’autrice in una rcente intervista al Giornale di Lecco - Nel mio percorso di maternità mi sono trovata ad affrontare l’educazione di un bambino fuori dalla normalità. Nell’immaginario romanzato l’ho chiamato Achille, visto che ho aperto anche una pagina Facebook che si chiama “Vita con Achille”, e racconta le fatiche di questa genitorialità un po’ complessa. A mio figlio proprio poco tempo fa hanno diagnosticato un disturbo del deficit dell’attenzione con iperattività che finalmente ha dato un nome a tutto. Il libro nasce proprio dal bisogno di raccontare queste fatiche, sdrammatizzando un po’".

Dalla realtà al romanzo il passo non è stato così breve

"Dalle riflessioni personali è nata l’idea di fondo del libro. La domanda fondamentale che voglio porre infatti è: la gente fastidiosa al mondo c’è, cosa vogliamo fare delle persone moleste? Le chiudiamo in uno stanzino e buttiamo la chiave o ce ne facciamo carico? E in che modo ce ne facciamo carico? Quindi questo libro nasce dalla creazione di alcuni personaggi che sono a vario titolo “disgraziati”, ma sempre con tono ironico e divertito. Alcuni sono giovani, i teppisti, e alcuni vecchi, le canaglie, e si incontrano per strade inattese e poi si sostengo

Un romanzo che segue più canali

"Ci sono più storie. Il libro è diviso in tre nuclei narrativi, suddivisi in cinque capitoli. I primi due sviluppano un nucleo narrativo, il terzo e il quarto un secondo, e l’ultimo è interamente dedicato ad Achille. Tutto ruota sempre intorno ai personaggi. Tra questi quello cui sono più affezionata è il vecchio Geni, nei primi due capitoli: lo incontriamo già anziano, che si relaziona con un ragazzino problematico, e mano a mano scopriamo il suo vissuto e le sue origini. Così episodicamente compaiono anche personaggi e momenti storici del nostro Paese, agli inizi del ‘900. Il terzo e il quarto capitolo sono invece più legati all’ambiente scolastico, per cui ho attinto dalla mia professione, anche se poi tutto è frutto di invenzione. C’è quindi la storia di questo adolescente che incontra una insegnante, anche lei non del tutto “giusta”. Riferimenti personali? Sono convinta che tutti i personaggi di qualsiasi romanzo possono essere ritrovati nel nostro vissuto, ognuno di noi ci vede dentro qualcuno".

Il libro ha recentemente ricevuto una "menzione d'onore per il valore letterario dell'opera" durante la quarta edizione del Premio Letterario Città di Grosseto "Amori sui generis" nonché una menzione d'onore "per l'importanza delle relazioni» alla terza edizione del Premio Ema Pesciolino Rosso.

La serata, gratuita e aperta a tutti, avrà inizio alle 20.45 e per tutte le informazioni del caso sono disponibili il numero telefonico 0341-681222, la mail biblioteca@comune.olginate.lc.it

Luca de Cani

Seguici sui nostri canali