Stefania Auci presenta “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio” alla Libreria Volante di Lecco

Domenica 17 novembre alle 11 la presentazione del romanzo rivelazione del 2019

Stefania Auci presenta “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio” alla Libreria Volante di Lecco
Lecco e dintorni, 10 Novembre 2019 ore 15:45

Stefania Auci, domenica 17 novembre alle 11,  sarà ospite de La Libreria Volante di Lecco per presentare il suo ultimo lavoro: “I leoni di Sicilia. La saga dei Florio”.

Stefania Auci presenta il suo nuovo best seller

È un romanzo rivelazione del 2019, venduto prima negli Stati Uniti, Germania e Francia, e in seguito arrivato a maggio di quest’anno, anche sugli scaffali italiani, confermandosi presto come un best seller. Un lavoro che, di pagina in pagina, intreccia l’ascesa commerciale e sociale della famiglia siciliana dei Florio e le tumultuose vicende private dei suoi membri, il tutto sullo sfondo degli anni che vanno dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia.

La storia dei Florio

E non a caso il sottotitolo del romanzo è proprio La saga dei Florio: un’epopea che prende il via nel 1799, quando questa famiglia sbarca a Palermo. Paolo e Ignazio, fratelli, sono determinati. vogliono raggiungere la ricchezza. In poco tempo rendono la loro bottega di spezie la migliore della città. Quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua. Un’ascesa rapida, incontenibile e che non tarderà a destare invidia e disprezzo. Dopo le ricerche condotte sul posto, tra biblioteche, archivi e possedimenti dei Florio, Stefania Auci riprende il filo di una storia vera e dà nuova vita a una famiglia fatta di uomini ambiziosi, di donne forti, di figli destinati a proseguire il lavoro dei padri.

La presentazione a La Libreria Volante

L’ingresso per assistere alla presentazione del libro è libero, ma per chi prenoterà in libreria una copia del romanzo, sarà possibile riservare un posto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia