Nameless tornano Axwell /\ Ingrosso: “Il pubblico qui è fantastico” FOTO VIDEO

In Valsassina tornano le due stelle svedesi

Valsassina, 23 Gennaio 2018 ore 15:48

Due degli artisti più apprezzati della scorsa edizione di Nameless Music Festival tornano a Barzio anche nel 2018 per la gioia di tutti i loro fans: stiamo parlando delle due stelle svedesi Axwell /\ Ingrosso, artefici di vere e proprie hit mondiali. Continuano quindi ad arrivare  adesioni di grandi artisti per il festival musicale valsassinese.

 

Superstar internazionali

Il duo è formato dallo svedese Axel Christofer Hedfors, in arte Axwell e da Sebastian Carmine Ingrosso, svedese di chiare origini italiane. Dal 2007 i due, insieme a Steve Angello, hanno dato vita agli Swedish House Mafia e collezionato un successo mondiale fino allo scioglimento del gruppo nel 2013. Solo un anno dopo Axwell e Ingrosso hanno deciso di riunirsi, lanciato una serie di tre canzoni (“Something New”, “Can’t Hold Us”, “On My Way”) per presentare al mondo il nuovo duo. Il successo arriva in fretta grazie ai numerosi fans che non hanno mai perso dai tempi proprio degli Swedish House Mafia e ogni anno sfoderano qualche importante hit: ultime in ordine di tempo sono “More Than You Know”, utilizzata nell’ultima pubblicità della Kinder Delice e la fantastica “Dreamer”.

2 foto Sfoglia la gallery

Passione per Nameless

I due deejay l’anno scorso si erano lasciati andare con gli organizzatori del festival, rivelando di aver apprezzato oltre modo la splendida location lecchese e i fans italiani: “Il pubblico a Nameless è veramente fantastico. È stato bellissimo suonare qui! Il prossimo anno dobbiamo assolutamente tornare”. Il fondatore Alberto Fumagalli e la sua crew hanno così preso alla lettera le due superstar svedesi, riportandoli a Barzio anche quest’anno. Siamo certi che il prossimo giugno Axwell /\ Ingrosso stupiranno di nuovo tutti i presenti con le loro canzoni.

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia