Menu
Cerca
Cultura

Melania Mazzucco con “L’architettrice” vince il Premio Manzoni al Romanzo Storico

"Sono molto felice, questo romanzo ha fatto compagnia a molte persone. E' un premio speciale perchè il rapporto con questo scrittore immenso, Alessandro Manzoni dura da una vita"

Melania Mazzucco con “L’architettrice” vince il Premio Manzoni al Romanzo Storico
Cultura Lecco e dintorni, 19 Aprile 2021 ore 13:15

Melania G. Mazzucco ha vinto la sedicesima edizione del Premio Manzoni al Romanzo Storico, organizzato dall’Associazione 50&Più Lecco, in collaborazione con Assocultura Confcommercio Lecco, il Centro Nazionale di Studi Manzoniani e il Comune di Lecco. Un successo arrivato al fotofinish dopo uno spoglio delle schede davvero avvincente: per “L’architettrice” (Einaudi), romanzo scritto dalla Mazzucco, sono arrivati 35 voti, contro i 34 ottenuti dall’esordiente Marcello Dòmini con “Di guerra e di noi” (Marsilio) e i 30 di Giorgio Fontana (Sellerio), autore di “Prima di noi” (1 scheda nulla, ndr). Una lotta serrata che tra l’altro ha visto Dòmini davanti al primo giro di boa delle 30 schede (con 11 voti) e Fontana davanti allo spoglio delle 70 schede (con 25 voti). Melania G. Mazzucco raccoglie quindi il testimone da Francesca Diotallevi che aveva vinto l’edizione 2019 con l’opera “Dai tuoi occhi solamente” (Neri Pozza).

Melania Mazzucco con “L’architettrice” vince il Premio Manzoni al Romanzo Storico

L’atto conclusivo si è svolto sabato 17 aprile per la prima volta in versione digital e, sempre per la prima volta, all’interno della rassegna di Leggermente, la manifestazione di promozione della lettura organizzata da Assocultura Confcommercio Lecco. 

Ad aprire la serata è stato il presidente di 50&Più Lecco, Eugenio Milani, presente presso la sede di Confcommercio Lecco insieme a Stefano Motta (componente della Giuria Tecnica) e al notaio Federica Croce che ha curato lo spoglio della schede della Giuria Popolare (100 lettori indicati da librerie e biblioteche). “Ci stiamo abituando ai collegamenti digitali anche se non vediamo l’ora di poter assaporare la gioia dell’incontro per vivere quelle emozioni che solo la presenza diretta ci può regalare  – ha sottolineato il presidente Milani  – E’ stata un’edizione tribolata ma fortemente voluta da 50&Più Lecco e 50&Più nazionale come segno tangibile di resilienza e di speranza”.

Quindi spazio ai saluti inviati dal presidente di Assocultura Confcommercio Lecco Antonio Peccati, dall’assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza e dal presidente di Acel Energie, main sponsor del Premio, Giovanni Priore.

I tre finalisti, collegati in video, sono stati intervistati dal presidente della Giuria Tecnica Ermanno Paccagnini (anche lui collegato da remoto) e da Stefano Motta: Domini, Fontana e Mazzucco hanno anche letto in diretta un brano del loro libro.

Al termine del giro di domande, la proclamazione della vincitrice con l’assegnazione virtuale della targa a Melania Mazzucco che ha ringraziato: “Sono molto felice, questo romanzo ha fatto compagnia a molte persone. E’ un premio speciale perchè il rapporto con questo scrittore immenso, Alessandro Manzoni dura da una vita. E’ davvero un onore per me, lo ricevo con grande umiltà”.