Cultura

Gli eventi da non perdere nel fine settimana lecchese

Sabato e domenica due giornate davvero ricchissime di appuntamenti da non lasciarsi sfuggire.

Gli eventi da non perdere nel fine settimana lecchese
Cultura Lecco e dintorni, 15 Giugno 2019 ore 09:00

Ecco tutti gli 15eventi da non perdere nel fine settimana lecchese

Gli eventi di oggi, sabato

Dalle 9 alle 13 recandosi alla casetta dell’acqua di via Sora a Lecco e usufruendo del servizio, si potrà beneficiare di speciali promozioni e omaggi

Sempre dalle 9 alle 18 sul lungolario Cesare Battisti sarà allestito il mercatino della creatività.

Appuntamento con i "pranzi sospesi" e l’iniziativa Giro in barca e cena solidale: il programma prevede dalle 14 un giro a bordo delle Lucie davanti al parco Addio ai Monti a cura dell'Associazione Barche in Legno di Lecco, animazione per bambini con merenda. Alle 18 inaugurazione del progetto "A.B.I.L. riportiamo una Lucia a Pescarenico" con aperitivo offerto nell'area picnic animato dal gruppo folkloristico Firlinfeu Renzo e Lucia e alle 19.30 spazio alla cena pranzo presso l'area picnic del ristorante Il Barcaiolo di Piazza Era a Pescarenico.

Al Planetario alle 15 e alle 16.30 attività per aspiranti astronauti con Il sabato dei bambini dai 3 ai 7 anni.

Alle 16 all’interno della mostra allestita alla Torre Viscontea “Liberi di respirare: amianto killer”, si terrà un intrattenimento musicale curato dal chitarrista Diego Podavini, con intermezzi di musica classica alternati alla lettura di brani tratti dal libro “Amianto: morti di progresso” di Michele Michelino e Daniela Trollio, letti da Roberto Cerabino e Marta Elmi.

Alle 20.45 nella chiesa parrocchiale di Bonacina, nell’ambito dei festeggiamenti per il 65° di fondazione del Gruppo Alpini Bonacina “Pizzo d’Erna”, si terrà il concerto dei "Picett del Grenta”

Alle 21 in piazza Garibaldi per il Lecco Summer Festival si terrà la manifestazione musicale riservata a gruppi o artisti solisti emergenti “Giugarock”.

Alle 21 presso l’NH Hotel Pontevecchio di Lecco per la rassegna Altri Percorsi si terrà lo spettacolo con degustazione “Saga Salsa”.

Dalle 22, il Gruppo Alpini Maggianico e Chiuso “Monte Magnodeno”  illuminerà la croce in vetta al Monte Magnodeno, nell’ambito dell’annuale festa dell’Assalto al Magnodeno

Domenica 16 giugno

Dalle 9 alle 18 in piazza Garibaldi si potranno gustare le eccellenze alimentari nella terra dei Promessi Sposi.

Dalle 11 alle 12 a Palazzo delle Paure nell’ambito della mostra in corso dedicata alla fotografa statunitense Berenice Abbott sarà possibile partecipare alle attività organizzate per le famiglie in visita alla mostra, attività che comprendono una divertente visita guidata, pensata per consentire ai bambini tra i 6 e i 12 anni di scoprire e comprendere alcune delle principali fotografie esposte, e un momento ludico durante il quale i giovani fruitori saranno chiamati a completare una sagoma, semplificata e incompleta, della città di New York: ripensando agli scatti in bianco e nero della Abbott, disegneranno e coloreranno grattacieli ed edifici, dando vita a una metropoli “rielaborata” a colori. Per prenotazioni: 02.36638600 -segreteria@vidicultural.com.

Al Planetario alle 16 proiezione in cupola “Il cielo del solstizio”

Appuntamento fino a domenica 16 con “Drum City”, il festival di percussioni promosso dal CRAMS che animerà “i quartieri del Terzo Paradiso” di Lecco con performance, laboratori, incursioni sonore, sperimentazioni artistico-cliniche.

Per il 65° di fondazione del Gruppo Alpini Bonacina “Pizzo d’Erna”, Dalle 11 "Tutti al baitello" con l’alzabandiera, la Santa Messa, l’aperitivo e il “Rancio insieme” con primo piatto caldo offerto dal gruppo e pomeriggio in musica.

Con il Gruppo Alpini Maggianico e Chiuso “Monte Magnodeno” alle 10 si terrà la benedizione delle croci e della targa posta in località Tre Croci. La mattinata proseguirà alle ore 11.15 con la Santa Messa in vetta, l’inaugurazione ufficiale dell'illuminazione della croce e il pranzo insieme.

Mostre

Ultimo fine settimana per visitare “Liberi di respirare: amianto killer”: la mostra allestita alla Torre Viscontea nasce da un progetto di sensibilizzazione di tutta la cittadinanza di Lecco e provincia sul tema dell’amianto e dei rischi che si corrono, ancora oggi, anche nel nostro territorio, a causa dell’esposizione a questa fibra killer. Gli studenti del Liceo Artistico Medardo Rosso di Lecco hanno seguito un percorso di formazione insieme al Gruppo Aiuto Mesotelioma e attraverso le conoscenze acquisite hanno realizzato opere artistiche, pezzi unici creati attraverso stampe di calcografia e serigrafia, fruibili nel significato anche grazie all’azione di alcuni supporti multimediali con i quali è stato possibile rendere tangibile l’iter creativo seguito da ogni artista per la produzione del lavoro, nonché le riflessioni e le emozioni che lo hanno attivato.

“Leonardo patrimonio culturale del Lario”: l’esposizione celebra Leonardo da Vinci attraverso le pagine dei codici Atlantico e Windsor, con una quarantina di pannelli recanti gli studi della grafia di Leonardo e dei testi che parlano del territorio del Lario, insieme agli schizzi, ai disegni e agli studi che il genio toscano ha dedicato alle montagne, alla fauna, alla flora e all'acqua. Visitabile fino al 29 giugno dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19 e il sabato dalle 8.30 alle 11.30, con visite guidate organizzate il giovedì alle 18 e il sabato alle 10.

“Un archivio in-vita: famiglia e lavoro nelle carte di Giuseppe Riccardo Badoni”: un percorso espositivo, allestito nel campus universitario del Politecnico di Lecco, che racconta attraverso fotografie e documenti d’archivio, oggetti personali, filmati storici e interviste, la storia di un uomo, di una famiglia e di un’azienda che ha reso grande il territorio lecchese nel mondo. Visitabile fino al 28 giugno.

“Berenice Abbott | TOPOGRAPHIES” : mostra fotografica che presenta 80 immagini in bianco e nero di una delle figure artistiche più interessanti e celebrate del Novecento, esponente della straight photography. L’esposizione ripercorre le tre fasi della carriera della Abbott illustrando il suo percorso artistico dai ritratti da allieva nello studio di Man Ray, sviluppando un proprio stile ritrattistico alla descrizione della New York in trasformazione al tema della scienza, convinta della validità di fotografare i fenomeni scientifici, tanto che il suo lavoro fu riconosciuto dal Physical Science Study Committee e fu assunta dal Massachussets Institute of Technology. A completare questo percorso per immagini sarà visibile il documentario a lei dedicato “A view of the 20th century” realizzato da Kay Weaver e Martha Wheelock nel 1992. Visitabile fino all’8 settembre.