Cultura

Alla Festa delle Corti i quadri di una grande artista russa

L'artista è Olga Riger che in soli due giorni ha riscosso un grandissimo successo.

Alla Festa delle Corti i quadri di una grande artista russa
Cultura Lecco e dintorni, 11 Settembre 2018 ore 12:04

Nel weekend scorso è andata in scena la 27esima edizione della Festa delle Corti che ha fatto conoscere a tutti i presenti una pittrice di origini russe, che da oltre un anno si è trasferita a Garlate insieme al marito e al figlio.

I quadri di Olga Riger alla Festa delle Corti

Si tratta dell’artista Olga Riger, che nei due giorni dell'evento ha esposto i suoi quadri nella Sala Consiliare del municipio di Garlate, riscuotendo un grandissimo successo. “Devo ringraziare prima di tutti il Sindaco Giuseppe Conti e lo staff organizzativo che ha permesso tutto questo e poi le oltre 400 persone che hanno visitato la mostra”. Per questa particolare occasione ha scelto di allestire una mostra con alcuni quadri che le stanno molto a cuore, ossia quelli raffiguranti le dee greche.

La storia di Olga Riger

L'artista ha raccontato il suo percorso di studi, che da sempre è stato caratterizzato dall'amore per l'arte: “Mi sono diplomata come maestra di pittura e grafica al collegio pedagogico di Petrozavodsk e poi ho conseguito la laurea alla facoltà di belle arti presso l’Università di Herzen, a San Pietroburgo. Ho partecipato a molte mostre nel mio paese natale e molte mie opere fanno parte di collezioni private presenti sia in Russia che all’estero".

Lo stile e la tecnica pittorica

L'artista ha raccontato quale sia la tecnica che impiega nel dipingere i suoi quadri: "L'acrilico su tela con gli oggetti stilizzati e i colori forti credo sia la pittura più decorativa ed è questo il mio stile. Gli acquarelli permettono di rendere tutto realistico: paesaggi, fiori e ritratti".

L'arrivo in Italia

"Sono venuta in Italia per la prima volta nel 2007 per frequentare un corso estivo e poi ho deciso di trascorrere una vacanza in Sicilia e mi sono completamente innamorata del vostro Paese, che ad oggi è diventato anche il mio". L’artista ha quindi scelto di rimanere in Italia: ha imparato la lingua ed è diventata così brava che ora la insegna agli studenti russi.

L'amore per Lecco

"Mi piace tutto del paesaggio Lecchese: le montagne, il lago, il Resegone. Non penso esista un altro posto così ricco di natura".

Auguriamo alla pittrice Olga che questo sia solo l’inizio e che possa presto allestire altre mostre nel territorio Lecchese e chissà che fra i suoi prossimi lavori non decida di regalarci un quadro che ritragga il nostro paesaggio lacustre.

Mario Stojanovic

4 foto Sfoglia la gallery