Cultura
Dal 5 novembre

Al Lavello in mostra “Le forme dell’acqua”

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 4 dicembre

Al Lavello in mostra “Le forme dell’acqua”
Cultura Valle San Martino, 27 Ottobre 2022 ore 14:32

Al Lavello in mostra “Le forme dell’acqua”. Sarà inaugurata nel pomeriggio di sabato 5 novembre 2022 alle 17, alla Locanda Leonardo al Lavello di Calolziocorte , la mostra “Le Forme dell’Acqua” composta dalle opere realizzate dalle persone adulte con disabilità che frequentano il Servizio di Formazione all’Autonomia Artimedia di Calolziocorte gestito dalla Cooperativa sociale La Vecchia Quercia.

Al Lavello in mostra “Le forme dell’acqua”

L’esposizione nasce grazie a un percorso laboratoriale, realizzato su stimolo dell’artista Raouf Gharbia, di osservazione e reinterpretazione di alcuni bozzetti di Leonardo da Vinci raffiguranti forme e movimenti dell’elemento acqua.

Da questa prima esperienza ha preso vita una ricca attività artistica, che ha condotto gli ospiti che frequentano il servizio verso la sperimentazione di svariate tecniche pittoriche, permettendo loro lo sviluppo di veri e propri percorsi espressivi durante i quali ogni partecipante ha potuto far emergere il proprio stile comunicativo mantenendo una relazione costante con il lavoro di un artista unico nella Storia dell’Arte.

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 4 dicembre

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino al 4 dicembre 2022 (il lunedì, dalle 8 alle 14 e da martedì a domenica dalle 8 alle 18) alla Locanda Leonardo nel nuovo spazio attivato presso il Complesso di Santa Maria del Lavello a Calolziocorte dedicato non solo al buon cibo ma anche alla socialità, all’arte e allo scambio di saperi, passioni ed esperienze culturali.
Le Forme dell’acqua non è dunque solo una mostra di elaborati figurativi, ma è il frutto dell’incontro tra persone che abitano uno stesso territorio, sguardi artistici vicini e lontani nel tempo, tratti e tracce che si fanno guidare dalle forme e dal moto dei corsi d’acqua dell’Adda.

Luca de Cani

Seguici sui nostri canali