Insieme alla rassegna manzoniana ecco il Festival della lingua italiana

Non solo Lecco città dei Promessi Sposi: ecco nel weekend il Festival della lingua italiana, organizzato a cura di Treccani Cultura

Insieme alla rassegna manzoniana ecco il Festival della lingua italiana
11 Ottobre 2017 ore 07:15

Non solo Lecco città dei Promessi Sposi: ecco nel weekend il Festival della lingua italiana, organizzato a cura di Treccani Cultura

Festival della lingua italiana

Si terrà venerdì 13 ottobre, dalle 10 alle 17 al Politecnico di Lecco di via Previati. Interverranno l’assessore alla Cultura Simona Piazza, il Presidente di Treccani Cultura Mario Romano Negri. Non solo, saranno presenti i massimi studiosi italiani di letteratura e filologia, specialisti del pensiero di Alessandro Manzoni, tra cui Salvatore Silvano Nigro, e Giuseppe Patota. Al termine del congresso si terrà un workshop riservato agli insegnanti e condotto dal professor Patota.

Programma dettagliato

L’ingresso è gratuito

Venerdì 13 ottobre al Politecnico – Polo di Lecco, Aula Magna, ore 10 – 17, “Una città per Manzoni” – Convegno “Festival della lingua italiana”

Modera Gianfranco Colombo (Giornalista)

Saluti Istituzionali (10.00 – 10.30) con Simona Piazza, Assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Mario Romano Negri (Presidente Associazione Treccani Cultura)

I Sezione: “A. Manzoni: la famiglia/le famiglie”. Introduzione di Loredana Lucchetti(Associazione Treccani Cultura); lectio magistralis di Salvatore Silvano Nigro, cattedra De Sanctis Politecnico di Zurigo; lectio magistralis di Barbara Colli, Archivio Vittorio Sereni.

Pausa pranzo a buffet (13.00-14.00)

II Sezione (14.00-17.00) – “La lingua del Manzoni”; lectio magistralis di Giuseppe Patota, cattedra di linguistica italiana – Università degli Studi di Siena-Arezzo

Workshop per insegnanti – La lingua salvata: l’italiano da consegnare ai giovani, a cura di Giuseppe Patota

Saluti conclusivi

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia