Via i medici coinvolti nell’inchiesta sulle protesi

Le indagini riguardano un presunto giro di corruzione tra ortopedici, medici di base e la ditta produttrice delle protesi chirurgiche

Via i medici coinvolti nell’inchiesta sulle protesi
24 Settembre 2017 ore 22:00

L’Ats Brianza ha provveduto alla sostituzione dei tre medici di base lecchesi coinvolti nell’inchiesta sulle protesi ovvero Davide Cantù, Olga Fraschini di Lecco e Michele Bonanomi di Merate.

3 foto Sfoglia la gallery

Inchiesta sulle protesi: ancora scandalo nella sanità

I tre professionisti  sono stati ufficialmente  sospesi.

In particolare, da giovedì 21 settembre il dottor Cantù è stato sostituito dal dottor Aiman Hamed presso l’ambulatorio di via del Sarto 46. Riceve il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 12, il martedì dalle 14 alle 17, il giovedì dalle 17 alle 19. Il recapito telefonico per gli assistiti è 389 4829092

La dottoressa Fraschini invece è stata sostituita nel suo ambulatorio di via Belvedere 47, dal dottor Pierluigi Riva. Riceve il lunedì dalle 17 alle 19, il martedì dalle 14 alle 16, il mercoledì dalle 9 alle 12, il giovedì e il venerdì dalle 11 alle 12 e dalle 14 alle 16. Il recapito telefonico per gli assistiti è: 338 8490881.

Le indagini

La vicenda che ha portato alla loro sostituzione riguarda una inchiesta della Procura di Monza sulla presunta corruzione tra ortopedici, medici di base e la ditta produttrice delle protesi chirurgiche. Inchiesta  che l’altra settimana ha portato all’arresto di 14 persone a fronte di 21 misure cautelari emesse dal procuratore Luisa Zanetti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia