Via i medici coinvolti nell’inchiesta sulle protesi

Le indagini riguardano un presunto giro di corruzione tra ortopedici, medici di base e la ditta produttrice delle protesi chirurgiche

Via i medici coinvolti nell’inchiesta sulle protesi
Cronaca 24 Settembre 2017 ore 22:00

L’Ats Brianza ha provveduto alla sostituzione dei tre medici di base lecchesi coinvolti nell’inchiesta sulle protesi ovvero Davide Cantù, Olga Fraschini di Lecco e Michele Bonanomi di Merate.

3 foto Sfoglia la gallery

Inchiesta sulle protesi: ancora scandalo nella sanità

I tre professionisti  sono stati ufficialmente  sospesi.

In particolare, da giovedì 21 settembre il dottor Cantù è stato sostituito dal dottor Aiman Hamed presso l’ambulatorio di via del Sarto 46. Riceve il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 12, il martedì dalle 14 alle 17, il giovedì dalle 17 alle 19. Il recapito telefonico per gli assistiti è 389 4829092

La dottoressa Fraschini invece è stata sostituita nel suo ambulatorio di via Belvedere 47, dal dottor Pierluigi Riva. Riceve il lunedì dalle 17 alle 19, il martedì dalle 14 alle 16, il mercoledì dalle 9 alle 12, il giovedì e il venerdì dalle 11 alle 12 e dalle 14 alle 16. Il recapito telefonico per gli assistiti è: 338 8490881.

Le indagini

La vicenda che ha portato alla loro sostituzione riguarda una inchiesta della Procura di Monza sulla presunta corruzione tra ortopedici, medici di base e la ditta produttrice delle protesi chirurgiche. Inchiesta  che l’altra settimana ha portato all’arresto di 14 persone a fronte di 21 misure cautelari emesse dal procuratore Luisa Zanetti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità