Vandalismi a Brivio, interviene il Codacons

Il Codacons chiede al sindaco di Brivio maggiori controlli

Vandalismi a Brivio, interviene il Codacons
01 Novembre 2017 ore 15:53

Richiesta al sindaco maggiore sorveglianza contro i vandalismi

Vandalismi, una piaga da debellare

Arredo urbano danneggiato, cestini e panchine imbrattate, graffiti sparsi in ogni dove, oltre a tavoli e sedie di alcuni bar rovinati. Per non parlare dei cartelli celebrativi del centenario del ponte distrutti. Non si placa lo sgomento suscitato dai vandalismi messi a segno da una banda di balordi nella notte tra domenica e lunedì. Lo stesso sindaco Federico Airoldi era intervenuto lunedì scorso su Facebook invitando la banda di giovanissimi vandali a costituirsi.

L’appello su Facebook del sindaco

“Sappiate che ciò che avete fatto offende il lavoro dei tanti volontari che quotidianamente dedicano il loro tempo nelle manutenzioni del verde e delle aree pubbliche, offende le Associazioni che hanno lavorato con tanto impegno e dedizione per valorizzare la storia del ponte nel centenario della sua costruzione ed offende tutta la cittadinanza.
Pensate di esser furbi, ma vi sbagliate: questa volta avete contro tutto il paese! Vi voglio comunque offrire una possibilità: quella di chieder scusa e di rimediare ai danni arrecati con opere di volontariato”.

“In Comune giovedì oppure denuncia”

L’accorato appello del primo cittadino briviese si chiudeva con un aut aut. “Vi aspetto giovedì alle ore 16 nel mio ufficio in Comune. Diversamente formalizzerò una denuncia circostanziata su quanto accaduto e si chiuderà ogni forma di dialogo”. Parole forti che hanno suscitato consenso tra la cittadinanza. Una presa di posizione netta a cui si aggiunge ora quella del Codacons con un invito rivolto proprio ad Airoldi. “Il Sindaco deve garantire la sorveglianza delle aree pubbliche, in quanto è necessaria la presenza delle forze dell’ordine per combattere l’incivilità e prevenire certi episodi di vandalismo. Il Codacons chiede al Sindaco di Brivio che venga aumentata la sorveglianza: i cittadini, soprattutto in questo periodo storico, hanno bisogno di sentirsi sicuri e la presenza delle forze dell’ordine aiuterebbe molto e garantirebbe sicurezza in più per tutti. Accadimenti come questo non dovrebbero verificarsi, soprattutto per via di una mancata vigilanza”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia