Cronaca

Un altro investimento a Lecco, donna travolta in via Parini

Contemporaneamente ai soccorsi del 112 mobilitati per un analogo episodio in via Dante.

Un altro investimento a Lecco, donna travolta in via Parini
Cronaca Lecco e dintorni, 19 Dicembre 2018 ore 18:46

Una donna travolta in via Parini a Lecco. Ovvero il secondo investimento di pedone nel giro di una manciata di minuti. Quasi contemporaneamente all'incidente che, poco prima delle 17, ha visto soccorrere un 72enne in via Dante, un altro sinistro, analogo, ha mobilitato i soccorsi.

Donna travolta in via Parini

Vittima una donna di 57 anni, travolta da un furgoncino mentre attraversava sulle strisce sotto il ponticello pedonale tra il palazzo del Credito Valtellinese e la Basilica di San Nicolò. Il giovane al volante  ha subito arrestato il mezzo a bordo della carreggiata, precipitandosi a prestare soccorso insieme ad altri passanti alla sfortunata. Sul posto è immediatamente intervenuta un'auto medica. E' invece trascorsa oltre mezz'ora prima che riuscisse ad arrivare un'ambulanza. I Volontari del Soccorso di Calolziocorte hanno avuto il loro bel da fare a portarsi in loco in mezzo al traffico di punta.

A presidiare il punto dell'incidente, garantendo la sicurezza della ferita e dei suoi soccorritori, i Carabinieri. A terra, sull'asfalto tra la carreggiata stradale e il marciapiede, coperta da un telo termico e assistita dall'equipaggio dell'auto medica, la donna non ha mai perso conoscenza.  Il codice dell'allerta da rosso è diventato giallo quando la paziente è finalmente stata caricata sull'ambulanza e quindi portata la Manzoni.

Attraversamento pericoloso

Diversi i passanti che, assistendo ai soccorsi, hanno sottolineato il grande rischio che si corre ad attraversare in quel punto via Parini. Questo a causa della velocità sostenuta dei veicoli in discesa. "Le strisce non bastano, ci vorrebbe forse un semaforo".

7 foto Sfoglia la gallery

Troppi analoghi incidenti in poche settimane

I due episodi di investimento verificatisi a Lecco questo pomeriggio non sono per fortuna gravi, nelle loro conseguenze, quanto quelli che hanno costellato questo mese di dicembre.
Tre le tragedie in poche settimane: il 14 dicembre a Cisano una pensionata è stata investita e uccisa mentre attraversava la Provinciale intorno alle 7.30 di mattina. Stava andando a messa quando è stata falciata. Sette giorni prima,  il 7 dicembre Fulvio Motta, 79 anni,   è stato  falciato e sbalzato a terra con estrema violenza mentre attraversava la Provinciale che attraversa la Valsassina, all’altezza di Introbio. L’uomo purtroppo non ce l’ha fatta. Pochi giorni prima  a Cernusco Lombardone Clementina Sangiovanni, 74 anni, è stata travolta mentre attraversava la strada a pochi passi dalla sua abitazione.   Nonostante i tentativi disperati dei medici di salvarla la donna è morta poco dopo l’arrivo in ospedale.  E ancora Il 6 dicembre a mezzanotte sempre nel Meratese è stato investito un uomo di 51 anni. L’incidente è avvenuto a Robbiate.  Brutto incidente anche a Mandello il 10 dicembre: un anziano è stato urtato da un’auto ed è stato trasportato in ospedale per aver riportato ferite alla testa e al volto.