Cronaca
Scuola

Ultimo giorno di uno "strano" anno scolastico... ma "Il Cielo è sempre più blu" VIDEO

La musica come filtro per guardare al mondo con ottimismo

Cronaca Lecco e dintorni, 08 Giugno 2020 ore 11:24

La data di oggi, lunedì 8 giugno 2020, sarebbe dovuta coincidere con quella dell'ultimo giorno di scuola per miglia di studenti della provincia di Lecco. Ma l'emergenza Coronavirus ha reso  quasi amaro questo ultimo ultimo giorno di uno "strano" anno scolastico. Niente feste, niente saluti, niente abbracci, niente occhi lucidi o espressioni di gioia per le vacanze,  niente raccomandazioni da parte degli insegnanti. Ma proprio in questo giorno ci piace pensare che la ripartenza sarà diversa. Lo hanno fatto anche i ragazzi del Collegio Volta di Lecco che, durante questo hanno scolastico, grazie alla musica, hanno trovato una chiave per guardare con ottimismo al presente  al futuro. Guidati dall'insegnante di musica Giulia Perego hanno realizzato un video che è un vero e proprio inno.

Ultimo giorno di uno "strano" anno scolastico... ma "Il Cielo è sempre più blu"

"Si sente ovunque: in tempi di COVID bisogna riprogrammare la vita. E così è stato per la didattica al Collegio Volta - spiega la professoressa Perego -  La musica è stata uno dei veicoli per comunicare emozioni, lavorare sugli aspetti educativi che questo periodo ci deve insegnare e rinsaldare relazioni. Sì, perché le relazioni, per certi aspetti, si sono fatte più intense e profonde. Tanti bambini hanno liberato la loro creatività e così hanno  collaborato per un progetto comune dove ciascuno ha portato il suo contributo, ben lontano da un’ottica competitiva. Ed ecco che il lavorare con e per la musica, scrivendo testi nuovi, è diventato un mezzo per lavorare sulle proprie emozioni, le proprie paure, per imparare a dire “ti voglio bene”, per guardare un fiore che sboccia, per riconoscere che si può vincere SOLO INSIEME anche se distanti. Per scaldare i cuori. Per far crescere uomini e donne del futuro". Sì perchè se il cielo, al Volta, era “blu” prima del COVID,  guardando con occhi attenti, il cielo sopra di noi può ancora  essere blu!