Cronaca
Lecco-Merate

Tutti insieme per vincere la violenza di genere

Un convegno on-line organizzato per il 25 novembre dalle cooperative “Il Sentiero” e “La Clessidra”, promotrici dei “Centri Artemisia”, nell’ambito del progetto Young Inclusion

Tutti insieme per vincere la violenza di genere
Cronaca Lecco e dintorni, 23 Novembre 2020 ore 17:31

Mettere la donna al centro per renderla protagonista di sé e della propria uscita da una situazione di violenza, come donna e madre. Questo il focus del convegno - on-line - organizzato per il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, dalle cooperative “Il Sentiero” e “La Clessidra”, promotrici dei “Centri Artemisia”, nell’ambito del progetto Young Inclusion

LEGGI ANCHE A Lecco aumentate del 50% le denunce per violenza sulle donne. #NonSeiSola

Tutti insieme per vincere la violenza di genere

Una mattinata ricca di interventi e spunti, con interlocutori di diversa provenienza territoriale ma anche professionale, rivolta anzitutto ai social workers: «Abbiamo coinvolto quella che è un’intera rete di servizi che intervengono nel supporto ad una donna che ha subito una violenza», racconta Patrizia Gilardi, psicoterapeuta e coordinatrice della “Bussola” di Merate (parte della rete del “Sentiero”), organizzatrice del convegno.

La re-inclusione in società

Una donna non può essere lasciata da sola quando soffre in contesti complicati. Ma ciò che è sempre più certo è che la riuscita di un percorso di uscita da una violenza e la sua progressiva re-inclusione in società è frutto anche del suo desiderio: «La forza deve essere messa da lei, non solo dagli operatori. È su questo che occorre lavorare di squadra: ciò che fa il discrimine è trovarsi in un luogo, dagli sportelli d’aiuto alle comunità, che ti possano rimandare ad un’immagine di te diversa da quella ricevuta col maltrattamento, di te che vali qualcosa».

La rete dei Centri Artemisia

Tra gli ideatori del convegno anche Luigi Campagner, direttore generale de “Il Sentiero”, che sottolinea come la rete di servizi a sostegno di una donna abbia ricevuto un ulteriore supporto lo scorso febbraio: «Nella Deliberazione di Giunta Regionale n. XI/2857 viene istituita la comunità genitore bambino – rivolta anche a padri – nel senso, non di comunità miste, ma di luoghi dedicati. La Dgr riconosce, per la comunità G bambino, l’appropriatezza dell’accoglienza del genitore maltrattato, vittima di violenza. Ovvio che il riferimento principale sia alla donna. Questa formalizzazione è un importante riconoscimento del lavoro su campo del contrasto della violenza che tutta la rete dei Centri Artemisia svolge sui territori di Lecco, Lodi, Alessandria e promuove ulteriormente la partecipazione dei Centri Artemisia alla rete istituzionale per il contrasto della violenza di genere al fianco – con specifiche competenze – dei centri anti violenza e delle case rifugio».