Menu
Cerca

Trentatré Trentin: la maglia del Basket Lecco diventa… virale

La "chicca" scovata dalla pagina La Giornata Tipo sta spopolando su Facebook.

Trentatré Trentin: la maglia del Basket Lecco diventa… virale
Lecco e dintorni, 18 Ottobre 2019 ore 13:36

Se di cognome ti chiami Trentin, giochi a basket e ti danno la possibilità di scegliere il numero di maglia, la decisione è una sola: il 33. E così ha fatto Carlo Trentin, classe 1996, ala prelevata in estate dal Basket Lecco per la nuova stagione di serie B. Una “chicca” che non è sfuggita all’occhio attento della pagina Facebook “La Giornata Tipo”, vera e propria Mecca per gli appassionati di palla a spicchi, che l’ha resa virale.

Trentin e i suoi “fratelli”

“… entrarono a Trento, tutti e trentatré trotterellando”: l’idolo in questione gioca a Lecco in Serie B, si chiama Carlo, ed ha la maglia più bella dell’anno. Così si legge nel posto della pagina “La Giornata Tipo”, che è andata a scovare il simpatico gioco di parole sulla maglia del nuovo giocatore bluceleste strappando qualche risata ai numerosissimi appassionati di basket che la seguono. L’apoteosi – e se lo augurano anche i tifosi del Lecco perché significherebbe un’incredibile ascesa nella massima serie – sarebbe una trasferta… a Trento.

4 foto Sfoglia la gallery

L’ala del Basket Lecco non è il primo a mescolare con ironia il cognome al numero di maglia: uno dei più noti fu il calciatore Fabio Gatti, che ai tempi del Perugia vestì il numero 44, richiamando la celebre filastrocca dello Zecchino d’oro. Gatti a distanza di qualche anno vestì anche il bluceleste (fu anche capitano), ma all’epoca in serie C non c’erano i numeri personalizzati e dovette ripiegare sulla sobrietà. Come dimenticare il centrocampista “tascabile” oggi all’Inter Stefano Sensi, che al Cesena indossava… il 5. O il portoghese Nani che alla Lazio giocava col 7 sulle spalle. Geniale l’ex portiere del Siena e del Cagliari Marco Fortin. Numero di maglia? Il 14. Perché? Provate a tradurlo in inglese…