Treni in ritardo o soppressi: ecco le linee a cui viene applicato il bonus

Ecco quali sono le linee utilizzate dai pendolari lecchesi inserite nell'elenco dei beneficiari del bonus

Treni in ritardo o soppressi: ecco le linee a cui viene applicato il bonus
Lecco e dintorni, 20 Giugno 2018 ore 10:11

Treni in ritardo o soppressi. Nel mese di Aprile 2018, molte direttrici non hanno rispettato lo standard minimo di affidabilità previsto dal Contratto di Servizio. Per queste linee – comunica Trenord sul proprio sito web –  sarà possibile acquistare l’abbonamento mensile di Luglio 2018 con uno sconto applicato del 30%.

Treni in ritardo o soppressi: ecco le linee a cui vengono applicati gli sconti

Sono disponibili sul sito di Trenord i dati relativi all’indice di affidabilità del mese di aprile 2018 per le direttrici del servizio ferroviario regionale Trenord. L’indice di affidabilità del servizio tiene conto di ritardi e soppressioni dei treni della direttrice. Quando il valore dell’indice di affidabilità supera lo standard minimo previsto dai Contratti di Servizio, scatta il diritto al bonus per i possessori di abbonamento ferroviario mensile e annuale a Tariffa Ferroviaria Regionale. Per queste direttrici, tra le quali rinetrano molte linee brianzole che subiscono quotidianamente disservizi “sarà possibile – spiega Trenord – acquistare l’abbonamento mensile di Luglio 2018 con uno sconto applicato del 30%.”

Le linee utilizzate dai pendolari lecchesi

Per quanto riguarda i treni utilizzati dai pendolari lecchesi niente bonus per gli utenti  della Tirano - Sondrio - Lecco Milano e Lecco - Molteno - Monza. Sconto previsto invece per chi utilizza la Lecco - Molteno - Como, Lecco - Bergamo - Brescia e   Lecco - Carnate  - Milano.

 

2 foto Sfoglia la gallery

Abbonamenti annuali

Gli abbonati annuali, invece, potranno richiedere il Bonus alla scadenza di validità del proprio abbonamento, secondo quanto previsto dalle Norme Generali. L’indice di affidabilità di tutte le direttrici del mese di “Aprile 2018” è pubblicato sui siti internet www.trenord.it e www.regione.lombardia.it.