Cronaca
Tragedia in montagna

Disgrazia sul Monte Coltignone: è uno studente brianzolo la vittima

Stefano Ronchi, 26enne di Bovisio Masciago, è precipitato dal sentiero Belvedere per 150 metri.

Disgrazia sul Monte Coltignone: è uno studente brianzolo la vittima
Cronaca Lecco e dintorni, 09 Dicembre 2022 ore 07:24

Morto durante una gita sul Monte Coltignone. Un'altra tragedia, un'altra giovane vittima  sulle montagne del Lecchese. L'escursionista ventiseienne che nella mattinata di ieri, giovedì 8 dicembre, festa dell'Assunta, ha perso la vita sul sentiero  Belvedere, è  Stefano Ronchi, 26 anni, residente a Bovisio Masciago. Era un volontario dell'oratorio.

Il dramma sul Monte Coltignone

Stefano Ronchi  era partito ieri mattina da Bovisio Masciago per raggiungere le vette lecchesi. Il giovane si è poi incamminato lungo il sentiero Belvedere. Un’escursione  considerata facilissima con  partenza dai Piani dei Resinelli e arrivo alla passerella panoramica del Parco Valentino con vista mozzafiato sul Lago di Como.

Che cosa sia accaduto - forse il ragazzo è scivolato o forse ha messo un piede in fallo - non è dato saperlo. Quello che è certo è che Stefano Ronchi è precipitato per circa 150 metri. Un volo che non gli ha lasciato scampo.

L'allarme lanciato da alcuni escursionisti

L'allarme è stato dato prima di mezzogiorno da alcuni escursionisti che avrebbero visto il giovane precipitare.  In volo da Como si è alzato lelisoccorso, ma la zona particolarmente impervia ha richiesto l’intervento delle squadre da terra dei Volontari della XIX Delegazione lariana del Soccorso alpino. La salma, recuperata dai soccorritori, è stata trasportata al Bione alla sede del Soccorso Alpino.  

 

Seguici sui nostri canali