Menu
Cerca
Contagio

Torre de’ Busi: due positivi al Covid-19. Il messaggio del sindaco

Una terza persona è in quarantena in una struttura accreditata, mentre 11 cittadini sono in isolamento domiciliare.

Torre de’ Busi: due positivi al Covid-19. Il messaggio del sindaco
Cronaca Valle San Martino, 16 Marzo 2020 ore 18:43

Il sindaco di Torre de’ Busi Eleonora Nikonvic ha comunicato nella giornata di oggi, lunedì 16 marzo, che i casi di positività al Covid-19 in paese sono due e attualmente si trovano ricoverati in ospedale. Una terza persona è in quarantena in una struttura accreditata, mentre 11 sono in isolamento domiciliare.

I numeri del contagio a Torre de’ Busi

“Comunico ufficialmente che confrontati i dati con ATS Bergamo e Prefettura ad oggi 16 marzo 2020 risultano presenti sul territorio del Comune di Torre de’ Busi due persone ricoverate presso Aziende Ospedaliere, confermate positive al Covid; una persona ricoverata in struttura accreditata messa in quarantena per contatto operatore risultato positivo e 11 persone in isolamento Domiciliare Fiduciario (contatti di positivi) – ha comunicato il sindaco Eleonora Ninkovic – La competenza e professionalità dei medici di base, di tutti gli operatori sanitari ospedalieri e ATS, rassicura su tutte le comunicazioni e sorveglianza dei casi.”

“Rispettate tutte le regole”

“Ricordo a tutti che in questo momento è fondamentale il rispetto di tutte le regole igienico sanitarie personali e collettive: uscire di casa solo per lavoro ed emergenze/urgenze indifferibili. Evitate contatti sociali, uscite con guanti ed igienizzanti, rispettare la distanza (consigliato almeno due metri da persone). Il virus si trasmette da contatto, più rimaniamo nel nostro domicilio e più siamo al sicuro. Evitate assembramenti, evitate di far visita a parenti se non è per assistenza. Niente cene private con amici o vicini di casa. Ognuno resti, nel limite del possibile nel proprio nucleo famigliare. La spesa va fatta nel luogo più vicino al domicilio, oppure farsela portare direttamente a casa. Solo così potremo bloccare la diffusione, con un corretto stile di vita e prestando attenzione a ciò che facciamo. Vi ricordo che sono previste le sanzioni e denuncia penale per chi verrà trovato al di fuori del domicilio senza una giustifica che rientri nei casi menzionati dal DPCM 11 marzo 2020. Chiedo la massima collaborazione al rispetto delle regole che tutelano noi stessi e gli altri” ha concluso il sindaco Eleonora Ninkovic.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli