Tolleranza zero per molestie e abusi sessuali

Parte da Lecco l'appello/invocazione perchè episodi troppo spesso sottovalutati non siano più tali. 

Tolleranza zero per molestie e abusi sessuali
Lecco e dintorni, 17 Giugno 2019 ore 15:03

Tolleranza zero per molestie e abusi sessuali. Parte da Lecco l'appello/invocazione perchè episodi troppo spesso sottovalutati non siano più tali.

LEGGI ANCHE Violenza donne nel 2018: 497 le lecchesi che hanno chiesto aiuto

Tolleranza zero per molestie e abusi sessuali

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di Adriana Ventura,  Consigliera di Parità della Provincia di Lecco. Lucia Codirelli che guida il Fondo Zaetti e della presidente di Telefono Donna Lecco Lella Vitali

La stampa nei giorni scorsi  ha registrato un grave episodio di molestia subito da un poliziotta in servizio a Reggio Emilia. Durante l’operazione avendo fermato un cittadino non comunitario, lo stesso palpeggiava i seni della poliziotta e iniziava a masturbarsi.  Nella fattispecie la poliziotta è stata vittima di molestia sessuale mentre svolgeva la propria attività lavorativa. Si esprime solidarietà e vicinanza alla poliziotta, molto rammarico per la sottovalutazione del reato, auspicando che una modifica della legislazione vigente possa garantire compiutamente alle donne che subiscono molestie sessuali nei luoghi di lavoro, sicurezza e giustizia vera. Solidarietà e gratitudine alla poliziotta che stava compiendo il proprio dovere al servizio dello Stato per garantire la sicurezza alle cittadine/i  e al Paese.

Adriana Ventura -  Consigliera di Parità della Provincia di Lecco

Lucia Codurelli   - Presidente fondazione Zanetti

Lella Vitali   - Presidente del Telefono donna Lecco