Teleriscaldamento di Silea: mozione cinquestelle rinviata in commissione regionale

Doveva essere discussa quest'oggi al Pirellone. Raffaele Erba: "Abbiamo concordato che la commissione è il luogo più idoneo per fare un approfondimento"

Teleriscaldamento di Silea: mozione cinquestelle rinviata in commissione regionale
Lecco e dintorni, 09 Ottobre 2018 ore 19:20

Teleriscaldamento di Silea: la mozione del Movimento Cinquestelle, in discussione quest’oggi al Pirellone, è stata rinviata alla commissione regionale.

Teleriscaldamento la mozione era oggi ma…

“Abbiamo concordato con i gruppi politici di portare in commissione in modo urgente la questione per avere al più presto risposte. È quello il luogo più idoneo per fare un approfondimento su tutti i temi oggetto della mozione. Speriamo quanto prima di definire la questione nel modo migliore possibile per i cittadini”. Così Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia in una nota diramata nel pomeriggio.

Convenzione approvata da Lecco, Valmadrera e Malgrate

Con la mozione i Cinquestelle intendevano bloccare l’iter di progettazione del teleriscaldamento lecchese. Come noto si è concluso una decina di giorni fa il giro dei consigli comunali di Lecco, Valmadrera e Malgrate per approvare la convenzione con Silea. Un accordo per l’occupazione del suolo (posa dei tubi), ma anche per delegare a Silea la gestione della gara relativa al “Progetto di
finanza”: progettazione, posa della rete e caldaie di integrazione. Sarà l’azienda che gestisce l’impianto di incenerimento a selezionare un operatore privato interessato a realizzare il teleriscaldamento. Secondo il proponimento avvallato dall’Assemblea dei Comuni soci di Silea,  ad alimentare la rete, almeno fino al 2032, potrà essere il termovalorizzatore di Valmadrera. Dopo si dovrà ricorrere a fonti energetiche rinnovabili.

Cinquestelle contro il progetto

Il progetto è da sempre fortemente contrastato dai comitati ecologisti locali (“Spegniamo il forno”, “Rifiuti Zero”), ma anche dalle forze di opposizione consigliare. In prima fila c’é il Movimento Cinquestelle. “Riteniamo sia decisamente inopportuno proseguire con la realizzazione del teleriscaldamento relativo all’impianto Silea, senza l’attivazione del tavolo tecnico e senza conoscerne gli esiti relativi, tra cui lo studio epidemiologico, il confronto delle emissioni, la valutazione tecnico economica sulla possibilità di riconversione dell’impianto” affermavano nel testo della mozione.

La mozione

La mozione presentata a firma di Raffaele Erba  chiede tre cose:

1. attivare al più presto il tavolo tecnico prescritto dalla RIS n. 81 e a tenere costantemente aggiornata sugli esiti la VI Commissione consiliare,
2. aettere in campo tutte le azioni possibili affinché l’iter di realizzazione della rete di teleriscaldamento sia subordinato e successivo agli esiti dei lavori del tavolo tecnico, al fine di valutarne attentamente i risultati;
3. riesaminare, una volta raggiunti ed ottenuti i risultati del tavolo tecnico richiamati in premessa (indagine epidemiologica, ricognizione degli impianti di riscaldamento domestico che verrebbero sostituiti dalla rete di teleriscaldamento, analisi delle aree territoriali di ricaduta degli inquinanti delle emissioni dell’inceneritore, valutazione tecnico-economica finalizzata a individuare le tempistiche e le modalità di possibile riconversione dell’impianto di incenerimento) la prescrizione della realizzazione del teleriscaldamento.

Ora la palla passa alla Commissione

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia