Menu
Cerca

Tafferugli in tribuna: Daspo a un tifoso del Lecco

Il supporter bluceleste dovrà stare lontano dagli stadi per un anno.

Tafferugli in tribuna: Daspo a un tifoso del Lecco
Cronaca Lecco e dintorni, 09 Gennaio 2020 ore 11:24

Tafferugli in tribuna: Daspo a un tifoso del Lecco. Il provvedimento, emesso dalla Questura di Massa Carrara, è relativo ai disordini avvenuti lo scorso 3 novembre in occasione della partita Carrarese-Lecco (terminata due a zero a favore dei blucelesti). Oltre al Lecchese il Daspo è stato “inflitto” anche a tre tifosi toscani.

Tafferugli in tribuna: Daspo a un tifoso del Lecco

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, lo scorso 3 novembre  alcune persone nella tribuna centrale dello stadio di Carrara, (il cui accesso è consentito esclusivamente ad un novero di soggetti autorizzati, quali appartenenti allo staff delle squadre, giornalisti ed altri “addetti ai lavori”), dopo uno scambio di epiteti ed insulti, durato per quasi tutto il match, al momento  del secondo gol del Lecco, avvenuto al 92esimo minuto, avevano all’esultanza provocatoria di alcuni ospiti lecchesi , raggiungendo l’area della tribuna destinata a questi ultimi, dando luogo ad una colluttazione.

LEGGI ANCHE Lecco: ubriachi fradici salgono sul tetto di un box e rimangono bloccati

Sfiorata la rissa

Solo il tempestivo intervento del personale delle Forze di Polizia, impiegato in servizio di ordine pubblico, aveva impedito, frapponendosi energicamente tra le due fazioni, che il tafferuglio degenerasse in una vera e propria rissa,. Gli stessi operatori della Polizia di Stato, una volta ripristinata la calma, provvedevano a garantire il deflusso senza rischi per ciascun membro dello staff della società lombarda, ivi presente.

Lontano dagli stadi per un anno

Nei giorni seguenti gli agenti avevano meticolosamente analizzato ciascun fotogramma delle registrazioni realizzate dagli operatori della Polizia Scientifica, attraversi sistema di videosorveglianza dell’impianto sportivo, oltreché delle riprese di un noto provider internazionale, dedicato alla trasmissione di eventi sportivi tra cui, per l’appunto, la partita in argomento riuscendo, così, ad attribuire le responsabilità. In stretto raccordo informativo con le Digos delle Questure di Massa Carrara e di Lecco sono quindi stati emanati 4 Daspo  destinati ad un sostenitore del Lecco e a tre della Carrarese che  non potranno assistere, per la durata annuale del provvedimento, ad alcuna manifestazione sportiva che si svolga sotto l’egida del C.O.N.I.