Cronaca
Lierna

Sversamento di liquidi, divieto di balneazione e pesca sul lungolago Castiglioni

La chiazza chimica a monte della roggia che sfocia in prossimità del pontile di navigazione.

Sversamento di liquidi, divieto di balneazione e pesca sul lungolago Castiglioni
Cronaca Lago, 14 Agosto 2022 ore 18:21

Divieto di balneazione e di pesca nel tratto di lungolago Castiglioni a Lierna. L'ordinanza è stata decisa dal sindaco quest'oggi, domenica 14 agosto 2022, a seguito dello sversamento di  liquido   non ancora identificato a monte nella roggia che sfocia in prossimità del pontile della Navigazione.

Sversamento nella roggia che sfocia sul lungolago Castiglioni

Lo sversamento è stato segnalato sabato sera, 13 agosto 2022, e immediatamente si sono attivati gli interventi di controllo del caso, a cura dell'Amministrazione comunale, di Ats Brianza, di Arpa e Idrolario,  nonché dei  dei Vigili del fuoco, mentre una ditta specializzata ha  provveduto a posizionare barriere di contenimento della chiazza per impedire che si propagasse alla superficie del lago.

sversamento Lierna (3)
Foto 1 di 4
sversamento Lierna (1)
Foto 2 di 4
sversamento Lierna (4)
Foto 3 di 4
sversamento Lierna (2)
Foto 4 di 4

Liquido non ancora identificato

"Non essendo ancora stato indentificato i tipi di idrocarburi o solventi del versamento stesso, si è ritenuto per la salute di tutti vietare la balneazione e la pesca" ha fatto sapere il sindaco Silvano Stefanoni quest'oggi.
"Tutti gli enti competenti ARPA, ATS, Vigili del Fuoco e IDROLARIO sono intervenuti sul posto per fare prelievi del liquido e una ditta specializzata negli interventi per danni ambientali ha posizionato a monte della roggia e alla foce della stessa delle frappe assorbenti per evitare il più possibile ogni sversamento a lago".

Il sindaco: "Creato danno ambientale e economico"

"Appena saremo in possesso dei risultati delle analisi e sentiti gli organi competenti, saremo lieti di riaprire il tratto di Lungolago Castiglioni alla balneazione e pesca" ha aggiunto Stefanoni.
"Chi ha versato questo liquido, creando un danno ambientale ed economico non indifferente, ha compiuto un gesto folle: se qualche cittadino è a conoscenza dell’autore di questo disastro, non esiti a contattarmi. Chi compie questi gesti non ha alcun rispetto altrui e va punito severamente.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter