Cronaca
Sconcerto

Svastiche e simboli nazisti sulla panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne

"L'Amministrazione comunale sporgerà denuncia contro ignoti"

Cronaca Isola, 31 Maggio 2022 ore 10:15

Questa notte un attacco vandalico ha colpito la Panchina Rossa e l'ingresso della Biblioteca e della Scuola di Sotto il Monte: svastiche e simboli nazisti hanno danneggiato il simbolo della lotta contro la volenza sulle donne inaugurato nel 2019. Una incursione, quella avvenuta tra lunedì 30 e martedì 31 maggio 2022, che ha suscitato sconcerto e profonda indignazione nella comunità.

Svastiche e simboli nazisti sulla panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne

Quanto  avvenuto è un "un vile attacco per almeno due motivi -  hanno commentato dall'Amministrazione comunale diretta dal sindaco Denni Chiappa - Vile perché sono stati imbrattati il Monumento simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e i muri, il pavimento e la porta della Biblioteca e Sala Civica, che fungono anche da ingresso principale della Scuola Primaria. Vile perché sono stati usati simboli carichi di odio che si pongono in contrasto con i valori di uguaglianza, dignità, libertà e rispetto che il monumento e gli edifici danneggiati ne sono portatori".

Incise, con la bomboletta nera  delle orribili svastiche e le Aquila da riservisti della Wehrmacht (è il nome assunto dalle forze armate tedesche con la riforma del 1935 e per tutta la durata della seconda guerra mondiale, fino all'agosto 1946, quando fu formalmente sciolta dopo la resa incondizionata della Germania del 7 maggio 1945). Simboli dell'orrore che riportano alla mente il periodo più buio  della storia del 900 e non solo.

La denuncia

Sulla vicenda verranno chiamate in causa le forze dell'ordine. "L'Amministrazione comunale sporgerà denuncia contro ignoti  - aggiungono infatti dal palazzo municipale -  e verranno visionate le telecamere per identificare gli autori di questo vile attacco, che molto probabilmente non si rendono nemmeno conto della gravità del gesto".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter